Ana Bettz arrestata

Ana Bettz arrestata: il mondo dello spettacolo senza parole

Lo sconcerto del mondo artistico alla notizia dell'arresto di Ana Bettz, nota cantautrice ed ereditiera apparsa fra gli altri anche su Novella 2000

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Siamo senza parole: Ana Bettz è stata arrestata. Lei, come i più sanno, è una VIP molto conosciuta a Roma (come spiega sempre Roberto D’Agostino su Dagospia). E per qualche tempo è stata una presenza fissa sulle cronache rosa di molti media.

Il suo nome è stato legato negli ultimi tempi a quello di Gabriel Garko, prima del coming out, visto che erano stati anche immortalati al Festival del Cinema di Cannes sul red carpet. Tanto che Novella 2000 (lei voleva fare anche una rubrica fissa su Novella, ma poi ha lasciato perdere) e altre testate nazionali l’hanno seguita a lungo, senza grandi risultati. Tranne qualche avvistamento dopo Gabriel con un altro bellone, Francesco Testi.

L’intervista ad Ana Bettz comparsa su Novella 2000 dopo il suo presunto flirt con Garko

Ma Ana Bettz è stata avvistata anche con vere star internazionali. Come Dionne Warwick, Cher, perfino con il maestro Vince Tempera (d’altra parte è una cantante), Yolanda Hadid, la mamma delle top model Gigi e Bella Hadid. E perfino con David Foster, che ha lavorato con nomi spaziali come i Bee Gees, Celine Dior, Barbra Streisand, Andrea Bocelli e Laura Pausini.

L’inchiesta che la vede protagonista

Ripetiamo: siamo senza parole! Arrestata! Si legge in un articolo di Valeria Di Corradi su Il Tempo di Roma:

“Camorra e ‘ndrangheta si sono infiltrati nel settore lecito degli oli minerali, grazie alla compiacenza di imprenditori collusi, tra cui una cantante romana che ha ereditato l’impero del marito petroliere: Anna Bettozzi, finita oggi in carcere. È quanto emerge nell’indagine ‘Petrolmafie spa’ – che ha visto coinvolte le Procure di Roma, Napoli, Reggio Calabria e Catanzaro, i militari dei nuclei di Polizia economica-finanziaria degli stessi capoluoghi, i finanzieri dello Scico e i carabinieri del Ros – portando all’emissione di misure cautelari nei confronti di 70 persone e al sequestro di beni per oltre un miliardo di euro…”.

Ed ecco il sospetto delle Procure spiegato dalla Di Corrado:

“Questo sistema ha garantito, ad esempio, al gruppo Max Petroli di far lievitare il proprio fatturato da 9 milioni di euro nel 2016, a 370 milioni nel 2018: in tre anni si è moltiplicato di 45 volte. Guadagni che poi sono stati reinvestiti in vari settori. La Max Petroli (ora Made Patrol Italia srl, con sede a Roma), è sotto la gestione di Anna Bettozzi, in arte Ana Bettz: cantautrice, ballerina ed ex agente immobiliare, che ha ereditato l’impero del petroliere Sergio Di Cesare, dopo la sua morte”.

Ana Bettz: dagli esordi ad oggi

Conoscevamo Ana Bettz di fama (l’abbiamo anche incontrata dal vivo una volta in Toscana a una grande festa). Allora aveva anche un ufficio stampa famoso.

Ricordiamo che tanti anni fa lei e Luciano Pavarotti avevano lo stesso press agent. E famoso è rimasto il suo debutto da artista al Teatro Sistina di Roma.

Ed ecco la nota dell’agenzia Ansa:

“La ricca ex immobiliarista di successo Anna Bettozzi (che come nome d’arte ha scelto appunto Ana Bettz) è salita sul palco, con la fluente chioma bionda e in pantalone e giacca argentati, per intrattenere per circa un’ora i suoi invitati… La brava imprenditrice, ieri del settore immobiliare oggi di se stessa, è riuscita nel suo intento: costruire uno show per certi versi simile agli spettacoli di star come Michael Jackson e Madonna, avvalendosi della collaborazione di personaggi di primo piano dello showbiz, come Kofi, producer di Celine Dion e Cher. In sala tra gli altri Chiambretti e Frassica…”

Sembra ieri. Oggi a Roma siamo in molti senza parole, compreso il grande fotografo Marco Rossi e la manager Sabrina De Capitani. Rossi ha scattato un tempo molte foto posate di lei, anche se poi si erano persi.

Ana Bettz al fianco di Francesco Testi

Sottolineando che siamo sempre e comunque garantisti, mai ci saremmo aspettati un risvolto simile.

Una speranza: che dimostri la sua totale estraneità ai fatti. È una frase fatta, ma mai espressione fu più veritiera.

Novella 2000 © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare