Anna Mazzamauro

Anna Mazzamauro oggi ospite a Vieni da me ha ripercorso la sua carriera e vita privata

Anna Mazzamauro è una delle attrici comiche italiane più amate. Divertente e poliedrica si è fatta apprezzare interpretando il personaggio della signora Silvani (impiegata del ragioner Fantozzi). Questo le è valsa la nomination ai Nastri d’Argento nel 1976 e nel 1994. E’ un’artista a 360° che ha saputo immedesimarsi anche in ruoli drammatici. Non solo cinema e piccolo schermo, ma anche tanto teatro. Ha condiviso il set e il palcoscenico con tanti attori di successo: da Lino Banfi a Corrado, fino a Paolo Villaggio, giusto per citarne alcuni. Per ciò che riguarda la vita privata la donna è stata sposata con lo scenografo Bartolomeo Scavia, da cui ha avuto una figlia nel 1970.

Anna Mazzamauro oggi ospite a Vieni da me, programma condotto da Caterina Balivo ha ripercorso la sua carriera lavorativa e vita privata. Ecco cosa ha svelato la donna…

Anna Mazzamauro scherza sul suo aspetto fisico a Vieni da me

Anna Mazzamauro oggi ha avuto la possibilità a Vieni da me di ripercorrere diverse fasi della sua vita professionale e privata. Ora l’attrice è impegnata a teatro con una nuova commedia Nuda e cruda. Ecco come ne ha parlato con la sua solita verve:

“Qualcuna che mi regge il confronto in Italia? Sono morte tutte! Sul mio spettacolo Nuda e Cruda posso dire al pubblico che verrà a vedermi che sarà soprattutto cruda, altrimenti nessuno verrà a vedermi”.

La Balivo ha chiesto alla donna se sarebbe voluta essere diversa fisicamente. La risposta della Mazzamauro è straordinariamente unica:

“Io rispetto chi si rifà il naso ecc. Io sono meravigliosamente unica così. Cosa cambierei di me? Dal punto di vista fisico sarei voluta essere diversa. Le interiora però mi piacciono. A parte gli scherzi..non mi interessa! Devi vincere con la tua atipicità, mai dire bruttezza. C’è stato un periodo in cui ho voluto cambiare look per mettere in evidenza tutti i miei difetti. Infatti penso che alcune persone siano davvero esagerate”.

Anna Mazzamauro ricorda Paolo Villaggio e Federico Fellini

Nel corso della conversazione con Caterina Balivo l’attrice ha anche ricordato l’attore Paolo Villaggio con cui ha lavorato diversi anni nel film sull’ingegnere Fantozzi, ma anche il regista Federico Fellini:

“Paolo mi fa tenerezza e amore ricordarlo. L’ultimo incontro è stato in una trasmissione in cui si festeggiavano i 40 anni del film. Lui disse di avermi scelta perché avevano bisogno di un cesso. Io ricordandomi di quello che dissi a Fellini, aggiunsi che quel cesso però gli faceva comodo”.

Mentre su Federico Fellini:

“Io devo tanto a Fellini. Lui mi voleva offrire un ruolo nel prestare la voce per un personaggio. Lui mi disse che non ero capace, a quel punto dissi di farlo fare ad un’altra”.

La Mazzamauro confessa di aver lavorato anche con Maurizio Costanzo, il quale aveva scritto per lei una commedia teatrale, nel tempo però i due si sono un po’ persi.

Vieni da me: Anna Mazzamauro e il ricordo di suo marito

Anche se sono passati 15 anni ormai, la Mazzamauro ha voluto ricordare anche il suo compagno di vita, da cui ha avuto una figlia. L’attrice ha dato anche una sua visione personale dell’amore. Ecco cosa ha raccontato:

“Amore? In tanti mi hanno amata. Io sono stata sempre tanto fragile. Tutti siamo desiderosi di affetto e amore e quando pensi di trovarlo ti abbandoni completamente magari anche sbagliando. Ora sono sola da 15 anni. La mattina sono stata al funerale del mio compagno, la sera dovevo fare uno spettacolo e sono dovuta andare in scena. La fortuna dell’attore è riuscire a trasmettere le sue emozioni agli altri attraverso i ruoli che interpreta. Io soffrendo riuscivo a manifestare il mio dolore così”.

Anna Mazzamauro e il rapporto con sua figlia Guendalina

La simpatica attrice ha avuto modo di parlare anche del rapporto che la lega a sua figlia Guendalina. Ecco come ne ha parlato:

“Io non le ho mai dato gli omogeneizzati, ma volevo fare tutto io per lei.  Mi piace molto cucinare per la mia famiglia e i miei amici. Lei era piccola e io già facevo l’attrice, mi guardava con un’aria un po’ stranita. E’ stupenda mia figlia, bellissima. Mi chiedo come ho fatto ad avere una figlia così. Sono stata presente, ma con fatica. Il mio lavoro comunque mi ha tenuta spesso lontana da casa. Avrei dovuto sacrificare tutta me stessa per la mia famiglia rinunciando al lavoro?”

L’attrice quindi ha amato e ama tanto la sua famiglia, ma non ha voluto rinunciare al sogno di diventare attrice di successo. Come vi dicevamo ora è in teatro con un nuovo e divertente spettacolo che vi consigliamo di andare a vedere!

Novella 2000 © riproduzione riservata.