Beatrice Luzzi confessa:

Spettacolo

Beatrice fa una confessione: “Arrivo da 5/6 anni di castità”

Andrea Sanna | 8 Marzo 2024

Grande Fratello

In chiacchiera con Alfonso Signorini, Beatrice Luzzi confessa: “Arrivo da 5/6 anni di castità” e su Garibaldi…

In confessionale Beatrice Luzzi fa una confessione: “Arrivo da 5/6 anni di castità”. E su un possibile ritorno di fiamma con Giuseppe Garibaldi l’attrice ha chiuso: “Il mio cuore dice che non si può fare”. Ecco cosa è successo.

Beatrice Luzzi sul ritorno di fiamma con Garibaldi

Al GF durante una chiacchierata in confessionale Beatrice Luzzi e Alfonso Signorini hanno avuto modo di parlare di Giuseppe Garibaldi. L’attrice ha scoperto il dispiacere del gieffino dopo il loro allontanamento. Lui vorrebbe in qualche modo recuperare il rapporto: “Ci riproverei se ci fosse il tempo”, ha detto nella clip.

In confessionale Beatrice Luzzi ha ascoltato le parole di Giuseppe Garibaldi e ha spiegato che per quanto ci sarà sempre un legame tra loro, non è disposta a tornare indietro o comunque avere un rapporto che vada oltre l’amicizia con il coinquilino:

“Il mio cuore dice che non si può fare. C’è un grande affetto. Mi sono resa conto che la sua lettura delle cose è distante dalla mia. Ci vorrebbero anni per ritrovare un punto d’incontro. Fuori dal programma? Mi era già successo. Sono stata a lungo fidanzata con un calabrese, si chiama Gaspare e veniva da un mondo diverso dal mio”, ha spiegato Beatrice Luzzi.

“Arrivo da 5/6 anni di castità”, ha detto l’attrice

Nel fare queste confidenze al conduttore e ai telespettatori da Casa Beatrice Luzzi ha ammesso:

“Bisogna fare i conti con la realtà, lui è giovane e ha tutta una vita davanti. Io ho una famiglia e non erano compatibili. Io glielo dissi. Per come sono adesso, considerate che io vengo da 5/6 anni di castità e lo sono ancora”.

E ancora: Da quando ci siamo lasciati con Alessandro non ho avuto più flirt. Quindi ti dico è che non mi posso permettere una storia del genere…”, ha detto Beatrice Luzzi.

Infine ha detto che avrebbe bisogno di una persona che ragiona a 360°.