Belle da vicino Novella 2000 n. 33 2020

Belle da Vicino di Alessandro Gualdi: le proporzioni perfette

Labbra, ma anche zigomi e mento fanno il profilo perfetto di un volto, e il dottor Alessandro Gualdi ci spiega come migliorarsi con la medicina estetica.

Siamo d’accordo, il naso sta lì al centro del volto, ed è la prima cosa che ci vediamo quando siamo davanti allo specchio, oppure quando rivediamo i nostri selfie su Instagram. Ma la bellezza di un volto è data da equilibri, volumi, curve che si armonizzano.

Tanti pazienti, donne e uomini, vengono in studio per chiedere un ritocco del naso (in genere si tratta di una rinoplastica per ridurlo, raddrizzarlo, appiattire una gobba o tirare su la punta…), e poi si rendono conto che si può fare altro per rendere il proprio viso più attraente, più maschile, più femminile, più quello che si desidera…

Come gli attori americani

Guardate Chris Hemsworth, qui a fianco. Un classico volto da attore americano. Il naso piccolo è evidente, ma a caratterizzarlo sono anche il mento pronunciato e deciso, e la mandibola quadrata e forte, lo zigomo pieno. Guardate ora la moglie, Elsa Pataky: nasino, mento, mandibola, zigomo… Stesse caratteristiche, declinate al femminile ovviamente.

Un profilo da Oscar

Prima di arrivare alla chirurgia, la medicina estetica può fare molto per migliorare il profilo di una donna o un uomo.

Con i filler di acido ialuronico di ultima generazione si possono correggere difetti del naso (ne abbiamo parlato nel numero 29 di Novella), ma anche aumentare il volume di mandibola, mento e zigomi per ridefinire gli equilibri del viso.

I filler di ultima generazione sono molto stabili, durano anche un anno prima di richiedere un “refill”, e hanno densità diverse a seconda dell’utilizzo. Il mento ha naturalmente una struttura più consistente della pelle sulla mandibola.

Su le guance!

Se si desidera che il nuovo profilo sia quello definitivo, allora la strada è quella delle protesi che vengono impiantate chirurgicamente nel volto. Di nuovo: nella mandibola, nel mento, negli zigomi.

Intervenendo sugli zigomi, tra l’altro, si ha il piacevole effetto collaterale di riportare in alto la pelle delle guance, eliminando i bargigli che affliggono soprattutto le signore non più giovanissime.

La bella copia di se stessi

Il volto è il nostro biglietto da visita per il mondo, dunque il lavoro di un chirurgo plastico deve essere molto attento a ritoccare, migliorare senza stravolgere. Per questo, consiglio sempre di rivolgersi a professionisti, anche per interventi che sono diventati di routine.

Il lavoro di studio, ricerca e definizione dell’obiettivo da raggiungere, è fondamentale quanto l’operazione in sé. Ancora di più quando si va a rifinire la faccia.

La prossima volta che vi guardate allo specchio, siamo sicuri, non vi soffermerete più solo sul naso.

Novella 2000 © riproduzione riservata.