Belle da Vicino Novella 2000 n. 29 2020

Belle da Vicino di Alessandro Gualdi: i vantaggi del rinofiller

Il dottor Alessandro Gualdi ci illustra come si può intervenire sul naso senza bisogno del bisturi, ma solo attraverso l’innovativo rinofiller.

Rossana (il nome, di fantasia, è quello dell’amata da Cyrano de Bergerac) è giovane e bella. Resa anche più bella dalla rinoplastica funzionale, che le ha corretto la deviazione al setto nasale. Un’operazione necessaria per risolvere un problema di salute, che le ha anche regalato un naso più dritto.

Il nuovo naso però a Rossana non piace. Lei amava quello di prima, ma di tornare sotto i ferri non ha alcuna intenzione. C’è un’altra opzione: il rinofiller, un trattamento in grado di correggere l’estetica del naso con punture di acido ialuronico, senza bisturi.

Con questo trattamento si può alzare la punta, nascondere eventuali gobbe, raddrizzare asimmetrie, o anche l’inverso…

Può sembrare assurdo che iniettando filler, dunque aggiungendo materia, si riesca ad alzare la punta, ma è così. L’acido ialuronico, con proprietà elastiche e di densità specifiche per questo trattamento, viene inserito in profondità e in punti specifici per tendere la pelle, come un tirante che abbassa il vertice di una tenda quando viene piantato il picchetto.

Modalità d’impiego e durata del trattamento

Il rinofiller in sé è molto veloce, viene eseguito con un’anestesia locale, non dà dolore se non un piccolo pizzico, e neanche lascia segni.

Al massimo, nel caso di correzioni molto complesse, può rimanere un piccolo gonfiore locale che però passa nel giro di pochissimo tempo. Deve però essere necessariamente eseguito da mani esperte, che conoscono bene la morfologia del naso e del volto, per evitare che il filler vada a comprimere vasi sanguigni o nervi. Come sempre, è semplice e sicuro, se sai come fare…

In genere un trattamento dura un anno. Poi può essere ripetuto, anche cambiando il tipo di correzione se il paziente lo desidera. C’è chi sfrutta questa possibilità per trovare il naso che meglio gli sta, prima di sottoporsi a un intervento definitivo di rinoplastica. E c’è chi invece, come Rossana, è soddisfatta del suo naso e ogni anno lo rinnova nella sua perfetta imperfezione.

In fondo è un modo non doloroso, con un costo relativamente contenuto per avere proprio al centro della faccia un protagonista che abbia l’aspetto che preferiamo.

Novella 2000 © riproduzione riservata.