Guenda Goria Mirko Gancitano Novella 2000 n. 29 2021

Gossip | Spettacolo

Guenda Goria: prove in famiglia con Mirko, e già si parla di Temptation Island

Niccolo Maggesi | 30 Giugno 2021

Presentazioni ufficiali in famiglia per Guenda Goria, scesa in Sicilia per conoscere i genitori del fidanzato Mirko Gancitano

Guenda Goria e Mirko Gancitano

L’avevamo lasciata alle prese con un amore più maturo e tormentato all’epoca del GFVip. Oggi invece la ritroviamo serena e felice accanto al nuovo fidanzato, in alcune foto pubblicate nel nuovo numero di Novella 2000. Guenda Goria è tornata a innamorarsi e stavolta con più entusiasmo che mai per il giovane Mirko.

Mirko Gancitano, questo il nome del fortunato a cui si accompagna, ha 29 anni ed è originario di Mazara del Vallo. Di lui sappiamo che è assistente di Alex Belli, ed ha lavorato dietro le quinte del film I migliori anni diretto da Gabriele Muccino.

Proprio intorno alla costa trapanese, Guenda e Mirko i due sono stati immortalati dai paparazzi, tra effusioni in barca e soprattutto le solenni presentazioni in famiglia. Durante il soggiorno in Sicilia, infatti, la figlia di Amedeo Goria e Maria Teresa Ruta ha avuto occasione di conoscere la famiglia di Mirko, rimanendone piacevolmente colpita.

Di com’è andato l’incontro, ma anche come lei e Mirko si sono conosciuti e tanto altro, Guenda Goria ha parlato con il nostro settimanale. E sul finire dell’intervista, firmata Victor Venturelli, Guenda si è lasciata sfuggire che lei e il fidanzato parteciperebbero volentieri a Temptation Island

Intervista a Guenda Goria

A conti fatti, com’è andata con la famiglia di Mirko?

“La sua famiglia è fantastica! Mi hanno accolto con grande affetto e calore. Mi sono sentita a casa. Conoscendo Mirko e i suoi valori immaginavo che venisse da una famiglia sana, e loro sono generosi e anche molto simpatici”.

Sappiamo già che Guenda e Mirko si sono conosciuti a Sharm-el-Sheik, dove lei è ormai di casa da diverso tempo. Ma in che modo si sono innamorati ce lo rivela lei più nel dettaglio.

“Lui era carino con me, ma io ma non pensavo che potesse essere quello giusto. Non cercavo nulla in verità. E invece… quando meno te l’aspetti… arriva! Mi ha corteggiato parecchio e una sera in spiaggia ci siamo guardati negli occhi e ho percepito un’emozione nuova e una grande passione. Da lì non ci siamo più lasciati”.

Mirko e la famiglia di Guenda

Pare che Mirko abbia subito incontrato il favore di Maria Teresa Ruta, cosa che non si può dire di alcuni uomini che Guenda Goria ha frequentato prima di lui. Tuttavia il giovane non avrebbe ancora conosciuto la conduttrice, mentre ha già familiarizzato con il giornalista Amedeo Goria.

“Ha conosciuto papà al nostro arrivo a Termini: abbiamo preso un caffè al bar e hanno parlato di arte, una passione di papà. Abbiamo scoperto anche che Mirko seguiva papà da piccolo data la sua passione per la Juventus, mentre conosceva poco me e la mamma. Dopo di che ci ha accompagnato in hotel e si è raccomandato con Mirko di trattare bene la sua bambina”.

Oggi Guenda e Mirko collaborano anche a livello professionale: lei gli ha messo a disposizione il suo profilo Instagram e il gran numero di follower di cui dispone, e insieme li sfruttano come vetrina per rilanciare il turismo in Italia. Spiega infatti Guenda:

“Raccontiamo luoghi e strutture turistiche in maniera gratuita fornendo loro dei veri e propri spot. Mirko fa dei video professionali e io ho moltissimi follower, e così diamo visibilità a coloro che avuto difficoltà dal lockdown a oggi. Sento la responsabilità di aiutare gli italiani, viaggiare in Italia e spendere in Italia. Per questo chiediamo ai follower di far conoscere ogni angolo del Belpaese. ‘Promuoviamo l’Italia’ spero diventi un modo di vivere prima che un format”.

Capitolo Temptation

Pochi giorni fa già si ventilava di una partecipazione di Guenda Goria e Mirko Gancitano a Temptation Island, che peraltro batterà il calcio d’inizio proprio questa sera su Canale 5.

Ancora una volta, alla figlia di Maria Teresa Ruta è stato posto l’interrogativo: parteciperebbe alla trasmissione in coppia con il fidanzato? Ecco cos’ha risposto lei:

“Perché no? Sarebbe una prova complicatissima per la sua gelosia, ma anche un bel banco di prova per il nostro amore”.

L’intervista completa la trovate solo su Novella 2000: correte in edicola!

Viola Valentino Gate Francesco Mango

Gossip

Viola Valentino gate: Francesco Mango percepisce il reddito di cittadinanza?

Redazione | 25 Novembre 2022

Francesco Mango prende il reddito di cittadinanza pur lavorando come produttore? È l’accusa di Patrizia Groppelli: Viola Valentino risponde

Patrizia Groppelli accusa Francesco Mango

Patrizia Groppelli lancia una bomba a Pomeriggio 5: il baby-marito della cantante Viola Valentino, Francesco Mango, percepirebbe il reddito di cittadinanza, nonostante lavori come produttore discografico.

La giornalista Patrizia Groppelli ha pubblicato un video sul suo profilo Instagram – poi ripreso da Barbara d’Urso – in cui accusa Francesco Mango, marito della cantante Viola Valentino (della quale sarebbe produttore discografico), di percepire indebitamente il reddito di cittadinanza.

Continua insomma il “Viola Valentino Gate” – come lo ha definito Barbara d’Urso -, che vede protagonisti proprio la cantante lombarda e il suo compagno Francesco Mango, più giovane di lei di ben 34 anni.

Viola e Francesco si sono sposati poche settimane fa. Eppure, secondo indiscrezioni, lui avrebbe una storia d’amore con un’altra donna da tre anni e mezzo, e la Valentino saprebbe tutto. Da settimane, ormai, la d’Urso si sta occupando della spinosa questione e, nella puntata di Pomeriggio 5 trasmessa ieri, la soap opera si è arricchita di nuovi particolari.

Nulla a che vedere con amori e tradimenti, però. Patrizia Groppelli, infatti, ha accusato apertamente il marito di Viola Valentino, reo a suo dire di percepire indebitamente il reddito di cittadinanza. Queste le parole della giornalista:

“Ho scoperto oggi una cosa veramente delirante: il buon Mango prende il reddito di cittadinanza! Qualcuno spiegherà a lui – e spero che qualcuno lo faccia – che a 40 anni, in Lombardia, uno se vuole lavorare lo trova il lavoro! Quindi Mango, anche il reddito di cittadinanza! Avevo proprio ragione io su tutto: oltre a farti mantenere, anche il reddito di cittadinanza. Ma adesso finisce, il reddito di cittadinanza…”

Le parole della Groppelli, che attualmente restano solo sue e sono aperte alla controreplica di Mango, hanno scosso lo studio.

Viola Valentino risponde a Patrizia Groppelli

A queste accuse ha intanto replicato Viola Valentino che, collegata da casa, ha preso le distanze dalle dichiarazioni della giornalista.

“Anzitutto, non mantengo nessuno e, comunque, non sono a conoscenza di questa cosa”.

Il nostro direttore Roberto Alessi, anch’egli in studio, è allora intervenuto a incalzare l’ospite:

“L’ultima volta che ho parlato con Francesco Mango lui mi aveva detto che collaborava con te come produttore. Lui è un tuo produttore?”.

A quel punto, Viola Valentino ha risposto senza esitazione: “Certo”.

Tra lo stupore generale, Alessi ha proseguito:

“Come mai se ha un lavoro percepisce il reddito di cittadinanza? È una risposta stravagante la tua, che non sai niente a riguardo, perché di solito uno è a conoscenza dei fatti di famiglia”.

Così, la Valentino è ritornata sui suoi passi, lanciando il beneficio del dubbio: “Potrebbe essere”, ma ha ribadito di non averne certezza.

L’argomento si è chiuso con l’inciso di Barbara d’Urso, che ha rivelato che Francesco Mango avrebbe bloccato Patrizia Groppelli su Instagram a seguito della pubblicazione del video incriminato. A riferirlo alla conduttrice sarebbe stata la stessa giornalista.

Il mistero, neanche a dirlo, appare più fitto che mai. Francesco Mango percepisce davvero il reddito di cittadinanza, pur lavorando come produttore discografico, oppure quella lanciata da Patrizia Groppelli è solo una fake news?

Novella 2000 si rende disponibile a un intervento di Mango per una risposta definitiva alle accuse.

Eddy Siniscalchi Lucia Bramieri

Gossip

Eddy Siniscalchi chiarisce a Novella il rapporto con Lucia Bramieri

Niccolo Maggesi | 24 Novembre 2022

Eddy Siniscalchi interviene sul rapporto con Lucia Bramieri dopo le foto uscite su Novella: “Siamo amici, ma per me c’è solo Valeria”

Nel numero di Novella 2000 uscito in edicola ieri, il servizio dedicato a Eddy Siniscalchi e Lucia Bramieri ha suscitato molto rumore. Il motivo è presto detto: Eddy Siniscalchi è fidanzato con Valeria Marini dallo scorso luglio, ma le foto arrivate alla nostra redazione lo ritraggono a braccetto della vedova del figlio di Gino Bramieri. Nulla di compromettente, ovviamente. Soltanto la prova che i due si conoscono, che hanno avuto un appuntamento nel centro di Milano, e che sembrano anche piuttosto in confidenza.

Lucia Bramieri, che ha commentato con noi per prima quelle foto, ci ha già dato la sua versione dei fatti.

“Non punto ad avere una relazione con Eddy”, ha detto l’opinionista all’autore dell’intervista Fabrizio Maria Barbuto. “E poi è lui che continua a cercarmi. In altre circostanze tra noi sarebbe potuto nascere qualcosa. Anche se Eddy è molto più giovane di me. Non credo nelle relazioni in cui si configuri un tale stacco generazionale”.

Eddy Siniscalchi su Lucia Bramieri

Siniscalchi e la Bramieri si sarebbero conosciuti via Instagram, dove lui avrebbe iniziato a scriverle per primo e le starebbe ancora scrivendo. Grazie a un modo di porsi sempre garbato e cordiale, Lucia Bramieri ha infine accettato di rispondergli e poi di incontrarlo.

Quell’incontro, che la Bramieri dice risalga a diverso tempo fa malgrado la nostra redazione abbia ricevuto le relative foto solo nei giorni scorsi, sarebbe stato anche l’unico.

E a confermarcelo, ora, è lo stesso Eddy Siniscalchi, che sentito dal direttore Roberto Alessi tiene a sottolineare:

“Ho incontrato Lucia, con cui sono diventato amico nel tempo. È accaduto quest’estate, a Milano, dov’ero di passaggio per svolgere alcune commissioni a nome di Valeria. Ci siamo visti per un caffè, nulla di più. Lucia è una donna eccezionale, ma rimane un’amica. Il mio cuore è stretto stretto a quello di Valeria, e come potrebbe essere altrimenti…”

Il servizio di Novella 2000 si limitava d’altronde a riferire dell’incontro di due personaggi pubblici, di cui svelava l’insospettabile amicizia, senza alludere più di quanto non facesse già Lucia Bramieri a una conoscenza che, solo se Siniscalchi non fosse impegnato con una delle showgirl più seguite dello spettacolo, avrebbe potuto prendere una strada diversa.

D'Ambrogio Novella 2000 n. 49 2022

Spettacolo

Alla ricerca di… Maurizio Costanzo con Elena D’Ambrogio

Redazione | 23 Novembre 2022

Elena D’Ambrogio ci porta alla scoperta dell’ultimo libro di Maurizio Costanzo edito da Mondadori, tra aneddoti e preziose luci di memoria

Il nuovo libro di Maurizio Costanzo

Sipario! Maurizio Costanzo ne ha appena alzato uno dai toni personali, che molto si allinea a quello che da quarant’anni chiede venga aperto all’inizio di ogni puntata dell’imperdibile Costanzo Show. È fresco di stampa il suo nuovo libro, Smemorabilia Catalogo sentimentale degli oggetti perduti – per Mondadori. Un libro nel quale la colonna portante è la nostalgia di un uomo che, attraverso le sue contraddizioni, strizza quella sua spugna di 84 primavere affinché le persone, gli oggetti, le circostanze e alcuni aneddoti di una vita non vadano perduti. Perché se per un verso è meglio vivere che raccontarsi, per contro, la sua natura nostalgica lo porta a pensare a quello che non c’è più.

È proprio quello che non c’è più, superato dal passare dei tempi, che Costanzo racconta con considerazioni e sentimenti personali. Ma il libro ha la funzione di coinvolgere tutti. Ciascuno di noi troverà lo spunto per agganciare i propri cimeli e creare il taccuino personale di tutto ciò che riemerge dai cassetti della memoria.

La parte introduttiva del libro è una toccante autobiografia, con curiosità inedite che cristallizzano molti fermo-immagine. Partendo dal suo salotto televisivo, dove pone l’accento sul popolo inutilmente serio che siamo diventati, fanno capolino i numerosissimi personaggi che ha avuto la fortuna di conoscere, intervistare, e con alcuni dei quali stringere amicizia.

Tra aneddoti e ricordi

Anche se non manca di ricordare quanto le persone davvero vicine siano poi molto poche per tutti. Ad alcuni di loro Maurizio dedica questo libro, per poi soffermarsi su alcune curiosità. Come: quando la mamma di Raffaella Carrà gli chiese di aiutare la figlia a fare il tema per l’ammissione all’Accademia del Cinema. Lui, avendone intuito il grande talento, lo fece e lei fu ammessa.

La carrellata di volti famosi lo porta a soffermarsi sul mito di Alberto Sordi, che definisce un generatore di malinconia proprio come lui. Nel libro racconta di una cena in onore di Sordi, dopo che l’attore, per un’intera giornata, aveva ricevuto dal Sindaco di Roma, Rutelli, l’onore di indossare la fascia da Sindaco.

Di quando raccoglieva le simpatiche confessioni dell’attore, e passeggiando lungo il bordo della piscina della sua bellissima villa Alberto si domandava cosa se la fosse fatta a fare. Se la godeva poco, e dopopranzo non riuscendo a schiacciare il suo irrinunciabile sonnellino, disturbato dall’intenso traffico della zona centrale chiedeva ai passanti… “Ma ’ndo annate”.

Sicuramente emblematico l’accenno a Monica Vitti, la quale una volta che era andata a trovarlo nei suoi uffici, dove lavorava una ragazza, Maria, gli disse: “Guarda, ha una voce strana, come la mia, ma è in gamba”. Era De Filippi, e Maurizio l’ha sposata.

E poi Donald Trump, ancora lontano dall’essere il presidente USA. Poi Gorbaciov, alla cui moglie, appena defunta, fece dedicare una canzone napoletana che lei amava tanto, commuovendolo. E come non ricordare Indro Montanelli, che lo chiamava “Costanzino”.

Le emozioni dei ricordi non perduti si fermano anche su esperienze che stanno scomparendo, come il ballo lento, che ha scatenato turbamenti enormi. Nel tempo di qualche minuto le note musicali lusingavano i sensi fino a farli esplodere in un diapason di eccitazioni in grado di mortificare qualsiasi corteggiamento.

La musica ha portato Maurizio, da giovane, a frequentare due locali di Roma: in uno suonava Fred Bongusto, e nell’altro Fred Buscaglione. Amare i lenti, le canzoni melodiche, sembrerebbe renderlo appartenente a un altro tempo. Ma come dice lui stesso: “Sarò antico, e allora?”.

Artigiano della notizia

Tra tante canzoni, solo una racchiude un po’ tutti gli argomenti trattati. È un lento cantato dalla voce straordinaria di Mina e dal titolo Se telefonando, scritta dallo stesso Costanzo nel ‘66.

Snocciola nel libro una serie di oggetti, dando l’idea che, raccontandosi, gli argomenti emergano così, spontaneamente, sulla scia di un proustiano collegamento di sensazioni, odori, episodi. Fatti, cose, cui vengono dedicati i capitoli: lo straccivendolo, il calcio balilla, la brillantina (un sogno d’adulto che sapeva di fascino maschile), il flipper, che ha animato il tempo libero di diverse generazioni, Playmen, la Moka, da irriducibile amante della caffeina, declinata poi in Dek per non doverci rinunciare come aveva già fatto con il tabacco.

La sua vita professionale, fin da giovane imperniata sulla macchina per scrivere, non poteva non occupare una parte importante del libro. Con la mitica Lettera 22 dell’Olivetti, la tastiera rendeva il mestiere del giornalista un fatto artigianale, il suo clic incessante entrava nel cervello, potente come il pof della pallina da tennis, segnando la costruzione di quelle pagine che sarebbero diventate notizia.

La sua vita amorosa, invece, la considera un altro slalom tra alti e bassi, fino a Maria. E su Maria De Filippi osserva: “Vivere per me è Maria, la mia impossibile smemoria”. E qui cala il sipario.

a cura di Elena D’Ambrogio

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.