Lisa Fusco casa quarantena

Lisa Fusco e la quarantena nella casa dorata di Napoli: tutte le foto

Lisa Fusco tra quarantena e nuove abitudini domestiche: ecco la casa della soubrettina arredata in stile barocco e mostrata ai follower su Instagram.

Bagni d’oro, statue d’epoca, quadri d’autore. Il periodo di quarantena forzato, a causa del Coronavirus, ha spinto la showgirl Lisa Fusco a riordinare la sua casa nel centro di Napoli. E così, cellulare alla mano e con indosso un pomposo costume da cortigiana risorgimentale, l’ex concorrente del Grande Fratello Vip ha cominciato a spostare la mobilia in diretta Instagram, chiedendo consiglio ai suoi followers su dove posizionare questo o quell’oggetto, per dare un nuovo assetto alla sua abitazione in pieno stile ottocentesco.

“Non è facile restare in casa tutto il giorno – ci ha detto Lisa Fusco – in questo momento difficile di restrizioni sociali. Così ho deciso di dedicarmi completamente alla mia casa, modificandone leggermente l’assetto. Ho anche imparato a cucinare qualche piatto tipico e penso che la cucina possa essere un buon rimedio contro la noia di questi giorni”.

Intervista a Lisa Fusco tra i consigli per la quarantena e una casa in pomposo stile barocco

Lisa, è una fortuna trovare dei passatempi interessanti, in questo periodo di isolamento forzato.

“Direi proprio di sì. Non si sa ancora quanto dureranno queste restrizioni sociali e, allo stesso tempo, è fondamentale rimanere in casa per sconfiggere il virus. Quindi, dopo aver cantato interi album d’autore al karaoke e aver parlato ore e ore in diretta Instagram con i miei amici più cari e con i miei followers, ho deciso di riordinare casa. È stata un’ottima idea perché mi ha permesso di stemperare le ansie di questi giorni di isolamento forzato e di tenermi impegnata in modo creativo, coinvolgendo concretamente anche i miei fans a cui ho dato la possibilità di decidere insieme a me come e dove spostare la mobilia”.

In questi giorni, attraverso i suoi social, l’abbiamo vista spesso anche ai fornelli…

“In realtà, sono negata in cucina. Una volta organizzai una cena con amici e ordinai tutto al ristorante. Ricordo, però, che ebbi l’idea geniale di dare un tocco creativo al menu, preparando personalmente delle tartine farcite. Facile assemblare due fettine di pane con un po’ di salumi e formaggi vari, no? Beh, non fu così. I miei amici non ebbero il coraggio di dirmelo, ma mi resi conto di aver mescolato gusti e sapori troppo divergenti e il risultato finale fu pessimo. Per fortuna c’è un mio cugino chef che mi dà spesso consigli culinari ottimi, così sto migliorando”.

Una buona ricetta per scacciare la paura

Che ricetta consiglia di cucinare agli italiani, barricati in casa per il Coronavirus?

“Adoro i fusilli ai peperoncini verdi e pomodorini del piennolo. È una ricetta che mi ha insegnato mio cugino Pino Lucignolo, che è un cuoco molto rinomato. È necessario lavare e privare del gambo i peperoncini verdi per poi soffriggerli, prima di farli riposare in una teglia. Nella stessa padella, poi, aggiungendo un aglio intero e un pizzico di sale, bisogna cuocere i pomodorini per cinque minuti e girarli con qualche foglia di basilico. Dopo aver scolato i fusilli bisogna infine ripassarli nella pentola con i peperoncini e i pomodorini. Consiglio a tutti di preparare questo piatto, perché i peperoncini verdi hanno proprietà afrodisiache e sono ottimi per risvegliare i bollenti spiriti, sopiti da un periodo prolungato di noiosa routine quotidiana”.

Dopo la quarantena

Cosa farà, appena l’emergenza rientrerà e sarà nuovamente possibile uscire liberamente?

“In realtà mi piace molto stare in casa. Non amo particolarmente la mondanità. Potrei dire che lo stile di vita da quarantena è la mia routine. Anche se, chiaramente, mi manca poter uscire quando ne ho bisogno, e incontrare amici e parenti. Purtroppo, quest’emergenza sanitaria mi sta recando grande ansia, e sto affogando le mie preoccupazioni nel cibo. Sono ingrassata nuovamente e, per prima cosa, quando tutto tornerà alla normalità, voglio assumere un personal trainer per rimettermi in forma. Inoltre, vista la mia passione per gli abiti d’epoca, vorrei organizzare una cena a tema, curando tutto nei minimi dettagli con invitati e servitù rigorosamente in costumi ottocenteschi. Ecco, questo sarebbe un bel modo per riappropriarci delle nostre vite, una volta sconfitto il virus“.

a cura di Stefano Di Capua

Approfittane per accaparrarti Disney+scontato con il nostro link
Novella 2000 © riproduzione riservata.