Michele Morrone a Roma in compagnia di Ester Expósito: il web impazzisce. Cosa bolle in pentola?

2Michele Morrone: il film 365 giorni nella polemica, ma arriva il sequel

Solo due giorni fa la cantante Duffy ha scritto una lunga lettera a Reed Hastings, co-fondatore, presidente e CEO di Netflix, chiedendo la rimozione di 365 giorni, la bollente pellicola con protagonista Michele Morrone, dal fornitissimo catalogo. A detta della famosa artista, infatti, il film, tratto dalla trilogia della scrittrice Blanka Lipińska, sarebbe un ulteriore incentivo alla violenza sulle donne. Parole forti quelle di Duffy, la quale si è immedesimata con quanto vissuto in passato sulla sua pelle, quando è stata drogata, rapita e violentata.

Così è nato l’appello della compositrice britannica. Noi vi riportiamo uno stralcio della lettera (potete trovarla cliccando qui):

“Per favore, per un momento pensa a quel numero, equivalente a quasi metà della popolazione dell’Inghilterra. Tra tutti, non meno dell’80% sono donne e ragazze, metà delle quali minorenni. Mi fa male che Netflix usi la sua piattaforma per questo tipo di “cinema”, che erotizza i rapimenti e distorce la violenza se….e e la tratta come un film “s..y”. Non riesco a immaginare come Netflix abbia potuto trascurare quanto questo sia negligente, insensibile e pericoloso. Ha persino portato alcune giovani donne a chiedere allegramente all’attore protagonista Michele Morrone di rapirle”

Questi sono stati i motivi che hanno spinto Duffy a questa richiesta. Difficilmente però quanto scritto da quest’ultima verrà preso in considerazione. Questo perché solo pochi giorni prima proprio Michele Morrone ha informato i fan che 365 giorni avrà un sequel. Il titolo scelto dovrebbe essere Ten Dzien (in italiano Questo giorno).

E chissà che prossimamente l’affascinante attore non possa trovare al suo fianco la bellissima Ester Expósito!

Novella 2000 © riproduzione riservata.