Nikita Pelizon lancia una frecciatina a Oriana, Micol e Giaele

NEWS

Nikita Pelizon lancia una frecciatina a Oriana, Micol e Giaele

Vincenzo Chianese | 11 Aprile 2023

GF Vip 7

Nikita Pelizon, rispondendo alle domande dei fan, lancia una frecciatina a Oriana, Micol e Giaele: le sue parole

La replica di Nikita Pelizon

Chi ha seguito il Grande Fratello Vip 7 sa bene che in questi mesi non c’è stato feeling tra Nikita Pelizon e il gruppo degli Spartani. La modella, che come sappiamo ha vinto il reality show, si è infatti spesso scontrata con i suoi avversari, e in particolare con Oriana Marzoli, Micol Incorvaia e Giaele De Donà. Anche dopo la fine del programma non sembrerebbe esserci stato un chiarimento tra le Vippone e solo nelle ultime ore è accaduto qualcosa che non è passato inosservato. Come abbiamo visto, proprio la Pelizon sta rispondendo alle domande dei fan su Instagram e inaspettatamente ha lanciato quella che ai più è sembrata una frecciatina a Oriana, Micol e Giaele. Un utente ha infatti chiesto alla modella chi tra la Mazoli, la Incorvia e la De Donà fosse la più maleducata. A quel punto la Pelizon ha affermato:

“Immagina”.

Nel mentre sempre nelle ultime ore Nikita Pelizon ha replicato alle parole di Giaele, che qualche giorno fa ha fatto chiarezza sui presunti mancati complimenti alla modella per la vittoria del reality. La De Donà ha così precisato di aver avuto modo di parlare con la sua ex coinquilina. Tuttavia proprio quest’ultima ha fatto una precisazione, rivelando quello che sarebbe accaduto. Queste le parole di Nikita in merito:

“Nel box delle domande Giaele ha ricevuto un quesito in cui le si chiedeva se mi aveva fatto i complimenti per la vittoria. E ho letto anche che è stata molto sincera nel dire che abbiamo parlato. È vero, abbiamo parlato, complimenti di base non ce ne sono stati, ma sono stata contenta che ho conosciuto suo marito Bradford Beck. E anche contenta per lei che l’abbia rivisto. Però a parte Tavassi che mi ha abbracciata e detto ‘dai è finito il gioco’, una cosa simile. E basta ragazzi, altre persone non sono pervenute”.