Enrico Papi lancia il suo brano Tilt e sogna Sanremo 2025:

Sanremo

Enrico Papi lancia una nuova canzone e sogna Sanremo 2025: “Proporrò un pezzo a Carlo Conti”

Andrea Sanna | 8 Giugno 2024

Sanremo 2025

In occasione del nuovo programma di Italia 1, Enrico Papi lancia la nuova hit e sogna…il Festival di Sanremo 2025

Tilt (che sta per Tieni il tempo) è la quarta canzone che Enrico Papi ha deciso di proporre in occasione dell’omonimo programma che andrà in onda su Italia 1. Deciso a voler fare bene, il conduttore ha affermato che sogna Sanremo 2024: “Proporrò un brano a Carlo Conti”.

Enrico Papi sogna Sanremo 2025

A TV Blog Enrico Papi ha rilasciato una lunga intervista dove ha parlato dei suoi prossimi progetti. Uno su tutti riguarda anche la musica e la quarta canzone Tilt, dopo Mooseca, Un’estate mentale e Come si chiama la canzone che fa. Un pezzo che come affermato l’ha scritto con Danti, mentre a occuparsi delle musiche è Marnik.

LEGGI ANCHE: Ferragnez sul punto di non ritorno! La separazione è sempre più vicina

Tra le colonne del sito, Enrico Papi ha raccontato che Tilt sta per Tieni il tempo e il singolo diventerà la sigla dell’omonimo programma di Italia 1. Per questo ha coinvolto alcuni volti noti come Peppe Vessicchio, Elisabetta Canalis, Paolo Noise e Marco Mazzoli di Radio 105.

Ma no, Enrico Papi non ha alcuna intenzione a portare in TV una canzone che potrebbe diventare un tormentone estivo, anche se va di moda che i cantanti facciano i conduttori e viceversa. Lui lo fa, ma in modo ironico: “E invece i cantanti vogliono diventare conduttori veramente, la prendono sul serio. Questo mi fa ridere”.

Qual è l’intenzione di Enrico Papi con questo brano, disponibile su tutte le piattaforme streaming? Il presentatore ha le idee molto chiare: “Voglio mandare un messaggio a Carlo Conti: gli proporrò un pezzo per Sanremo 2025”.

Tra l’altro pare pure che non voglia partecipare in solitaria, ma su questo tiene massimo riserbo. Tra l’altro già in passato, nell’edizione del 2016 condotta proprio da Carlo Conti, ci aveva provato con Fabio Rovazzi:

“Avevamo una canzone. Ne parlai con Carlo, che all’epoca era conduttore e direttore artistico, si mostrò entusiasta di sentirlo. Poi però non se ne fece più nulla, perché Fabio non si sentiva pronto per il Festival, lo considerava troppo da cantante. Sarebbe stato divertente”.

E chissà che il 2025 non possa essere invece l’occasione per Enrico Papi. Ci riuscirà?