Roberta Bruzzone Novella 2000 n. 43 2021

Roberta Bruzzone: ‘Corteggiata da tutti i reality, ho detto sì solo a Ballando’

Roberta Bruzzone in un'intervista sulla 16esima edizione di Ballando con le Stelle: ecco quali sono le previsioni della criminologa sul cast

Roberta Bruzzone e il nuovo Ballando con le Stelle

Tra le interviste più intriganti del nuovo numero di Novella 2000 che trovate in edicola da questa mattina, anche una chiacchierata di Tiziana Cialdea con Roberta Bruzzone. Nota criminologa tutt’altro che allergica alle luci delle telecamere, la Bruzzone fa parte della giuria a bordo campo di Ballando con le Stelle ormai da diverso tempo, e coerentemente con la professione che svolge traccia di volta in volta un profilo psicologico dei concorrenti scrutando il loro approccio alla gara.

A pochi giorni dall’inizio della sedicesima edizione, l’esperta di crimini e misfatti offre un assaggio di ciò che secondo lei dovremmo aspettarci dal nuovo cast.

“Quest’anno il cast è particolarmente effervescente, e non lo dico per sminuire i concorrenti degli anni passati, ma quest’anno ci sono decisamente degli ingredienti più particolari. Milly ha fatto davvero un lavoro strepitoso. Non è facile né scontato dopo tanti anni trovare sempre concorrenti stimolanti, e io sono certa che non mancheranno sorprese già a partire dalla primissima puntata”.

Come sappiamo, la padrona di casa di Ballando con le Stelle si sforza da sempre di individuare caratteri forti che siano anche “vergini” da reality et similia. Stavolta Milly Carlucci è riuscita a spuntarla su vere e proprie calamite per il pubblico. Per fare solo gli esempi più eclatanti: Albano, Morgan o Arisa.

“Sono tutti nomi di primissimo piano,” continua la Bruzzone, “ciascuno al vertice nella propria professione. Tutti molto diversi tra loro, per background e carattere. Un elemento che accenderà ancora di più la competizione. Tre o quattro concorrenti non sono di certo abituati ad avere un ruolo di seconda fila, quindi sgomiteranno parecchio”.

Ballando con le Stelle 16: in arrivo nuovo fuoco e fiamme

E fra quelli su cui la criminologa punta di più in termini di dinamiche, ecco chi c’è:

“Da un Morgan e da una Arisa mi aspetto delle performance interessanti e per certi versi controverse. Sono certa che sapranno subito creare un modo molto personale di interpretare la gara”.

Proseguendo nelle sue previsioni, Roberta Bruzzone non esclude inoltre che qualcuno degli aspiranti ballerini – com’è già accaduto in passato – potrebbe trovare persino l’amore.

“Nell’osservare due persone durante le prove, più che durante l’esibizione della prima serata, si intuisce un linguaggio del corpo che cambia quando c’è una chimica di un certo tipo. Di coppie ce ne sono state molte più di quelle che sono venute fuori. E forse anche quest’anno ci potrebbe essere spazio per nuovi amori”.

Le rivelazioni di Roberta Bruzzone

Nel prosieguo dell’intervista, Roberta Bruzzone spiega anche com’è passata dal formulare ipotesi sugli assassini al cast “tecnico” di un varietà leggero Ballando.

L’esperta di menti criminali rivela di essere da sempre corteggiata da tutte le produzioni di reality, ma di aver ceduto solo alle lusinghe di Milly e soltanto per rivestire le parti nelle quali la vediamo impegnata a Ballando.  

“Sono stata contattata tanti anni fa da Milly Carlucci per partecipare come concorrente, e ho rifiutato per una serie di motivazioni riconducibili al mio lavoro. Milly allora mi ha proposto un ruolo in linea con la mia professione, costruendo questo ruolo su di me. Io non faccio valutazioni cliniche, per l’amor del cielo, ma valuto l’approccio psicologico dei concorrenti al percorso. Questo lo sento adatto.

Per il resto, non mi sognerei mai di partecipare ad un programma come questo o ad un reality. Me l’hanno chiesto praticamente tutti e ho sempre rifiutato”.

L’intervista integrale a Roberta Bruzzone è solo sul nuovo numero di Novella 2000 in edicola da oggi.

Novella 2000 © riproduzione riservata.

Newsletter di Novella 2000

Nessun Articolo da visualizzare