Sanremo 2020 Daniela Santanchè

Polemica Sanremo 2020, Santanchè: ‘Tra Gregoraci e sessismo siamo al Medioevo’

Le dichiarazioni di Amadeus in conferenza stampa e un post Instagram di Elisabetta Gregoraci gettano diverse ombre su Sanremo 2020: il commento della senatrice Daniela Santanchè.

Nelle ultime ore si sono innescate diverse polemiche intorno all’imminente debutto di Amadeus e della sua squadra sul palco dell’Ariston. La settantesima edizione del Festival non comincia infatti sotto i migliori auspici, a causa di alcune dichiarazioni che il conduttore ha pronunciato nella recente conferenza stampa, interpretate in chiave sessista da stampa e social. Come se non bastasse, Elisabetta Gregoraci ha svelato i retroscena della sua esclusione da L’Altro Festival. Secondo l’ex moglie di Flavio Briatore, Nicola Savino avrebbe posto un veto alla sua partecipazione perché donna legata alla Destra. Ecco come commenta tutto questo la senatrice di Fratelli d’Italia Daniela Santanchè, stando a quanto riferisce Adnkronos.

Le parole di Daniele Santanchè sulle polemiche intorno a Sanremo 2020

“Leggo l’Instagram della Gregoraci e scopro cose allucinanti. Mi auguro che ci sia una pronta smentita di favino e della Rai, con una rapida inversione a U. Altrimenti significa che la Rai in questi anni ha fatto passo di gambero, e siamo tornati agli anni Cinquanta!

L’esclusione della showgirl sarebbe avvenuta non per motivi connessi al suo ruolo e alle sue capacità, ma in quanto ex compagna di un uomo ascrivibile alla Destra. Ma stiamo scherzando? Di fronte a un atteggiamento discriminatorio e sessista, la Rai che ha intenzione di fare? Le varie femministe che aspettano ad insorgere? Porrò con forza la questione in vigilanza Rai.

Non è tollerabile la motivazione capziosa che ha portato all’esclusione della Gregoraci. Così come sono da censurare le frasi sessiste di Amadeus rispetto alle donne che devono sempre stare un passo indietro ai grandi uomini. Bentornato Medioevo!”

Mentre si attende un’eventuale presa di posizione della Rai, specie intorno alla vicenda della Gregoraci, Amadeus replica alle contestazioni attraverso Instagram. Prima cita una celebre frase di Massimo Troisi, “Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci”, poi allega un’ANSA che dovrebbe spegnere il fuoco delle polemiche. Ma può bastare?

Novella 2000 © riproduzione riservata.