Alba Parietti derubata

Alba Parietti derubata si sfoga sui social: ‘Ricordi importanti, provo rabbia’

Alba Parietti racconta di aver subito furti di abiti e oggetti preziosi a cui era molto legata: ecco il lungo sfogo apparso su Instagram

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Alba Parietti ha dato notizia via Facebook di aver subito alcuni furti che le hanno lasciato uno strascico di frustrazione e rabbia.

La showgirl ha spiegato che nell’arco di mesi si è accorta che dalla sua casa sparivano oggetti e soprattutto abiti griffati a cui era molto affezionata. Nonostante le telecamere e la presenza di una colf in casa, i ladri sono riusciti finora ad avere la meglio.

Dal suo armadio sarebbe sparito un abito di Versace che la Parietti ha indossato lo scorso anno per la sua festa di compleanno, e anche altri vestiti a cui era legata per altrettanti ricordi. Pezzi importanti della sua vita privata, insomma, che ora potrebbe non rivedere più. Specialmente perché, come Alba Parietti stessa dichiara, non dovrebbe partire alcuna denuncia contro i responsabili dei furti. Questo per il fatto che la showgirl non vuole turbare la felicità ritrovata recentemente perdendo tempo dietro a indagini che potrebbero non avere il riscontro sperato.

Vi lasciamo al lungo post apparso sulla sua pagina Facebook, sulla quale ha postato anche le foto degli oggetti rubati. Uno di questi era un abito della stilista Betta Guerreri, moglie del nostro direttore Roberto Alessi.

Alba Parietti: lo sfogo su Facebook

“Nei mesi ho scoperto che da casa mia sono spariti oggetti: vestiti importantissimi, tipo Versace (per esempio quello del mio compleanno dello scorso anno) e altri importantissimi. Scarpe di Jimmy Choo, abiti storici, per me ricordi importanti, borse, pezzi di abbigliamento irripetibili… A casa mia non c’è null’altro da rubare che abbia un valore sul mercato: i quadri sono tutti dipinti da mio nonno o di mia madre, ricordi di famiglia.

Per quanto riguarda il furto, ho provato una certa rabbia nello scoprire che erano stati portati via i pezzi più importanti. Ho pensato anche di fare denuncia. Poi mi sono resa conto che ogni volta che pensavo di andare a farlo mi saliva la rabbia. Perché i furti sono stati ripetuti nel tempo, sono stati presi i pezzi di abbigliamento più importanti.

Perdono per essere perdonata, per tutto ciò che la vita mi ha dato. Denunciare la persona o le persone che penso possono essere state significa rinunciare anche per pochi minuti allo stato di grazia, di serenità, che vivo.

Lascio a chi mi ha privato di oggetti, ricordi, abiti, ecc. la soddisfazione di indossarli pur non essendo loro. In questo momento qualsiasi cosa disturbi anche solo per cinque minuti la mia felicità – una denuncia sicuramente la disturberebbe – non fa onore a ciò che la vita mi ha regalato…

Contro gli haters

Avviso i ladri che non c’è più nulla da rubare, che comunque ci sono dieci telecamere. E a chi critica il fatto che io abbia una colf vorrei dire che questo è un lavoro di totale rispetto, se non si costringe una persona a mettersi in ridicolo, e non è certo questo il caso.

Pago molto bene le persone, e le rispetto, e loro mi ricambiano con grande professionalità, perché il lavoro non è mai umiliante se fatto con serietà e pagato doverosamente. Prendetevela con quelli che pagano tre euro l’ora i braccianti, non con me che metto in regola, con quattordici mensilità, i miei dipendenti e li pago come meritano. Poi magari, se avete tempo tra una cattiveria e l’altra, fatevi una vita.

Grazie ogni giorno, a quelli che mi amano e mi seguono sapendo che tutto ciò che ho me lo sono meritato, compreso il mio amore ritrovato.

Ecco, per darvi un’idea… verso tre delle cose ero ovviamente affezionata. Ognuna rappresentava, oltre che un capo prezioso, momenti indimenticabili della mia vita e carriera. Ma gli oggetti o gli abiti hanno un’anima che è quella di chi li indossa… come le case di chi le vive. Nulla di grave, in questo caso. Non ci penserò più, ma comunque un furto è una violenza.
Adesso chi ha quelle cose avrà qualche scrupolo in più a indossarle, o venderle piuttosto che regalarle.

Ricordo a chi acquista o riceve in dono cose o oggetti che come questi sono stati rubati, che è a sua volta un ricettatore”.

Alba Parietti e Fabio Adami

Sulla felicità ritrovata di Alba Parietti c’è molto da dire. La showgirl ha infatti riscoperto l’amore grazie alla relazione con il manager di Poste Italiane Fabio Adami.

Verso la fine dell’aprile scorso ha rivelato di stare con lui attraverso Instagram, dove trova tuttoggi occasione di condividere foto che la ritraggono con lui offrendoci uno sguardo dopo l’altro sul loro intenso innamoramento.

Alba Parietti con Fabio Adami (fonte: Instagram)

Fabio Adami ha 55 anni e non fa parte del mondo dello spettacolo. Prima di lui la Parietti ha avuto una relazione con Cristiano De André, il principe Giuseppe Lanza di Scalea, e il professore Stefano Bonaga.

Nessun Articolo da visualizzare