Amici 23, Kumo balla sui tacchi e convince Todaro

NEWS

Amici 23, Kumo balla sui tacchi e convince Todaro

Vincenzo Chianese | 2 Novembre 2023

Amici 23

Kumo balla sui tacchi ad Amici 23 e supera il compito assegnatogli da Raimondo Todaro: ecco l’esibizione del ballerino

L’esibizione di Kumo ad Amici 23

In questi giorni è arrivato un importante compito per Kumo. Raimondo Todaro infatti ha chiesto che il ballerino di Amici 23 si esibisse sui tacchi, e a quel punto non è tardata la sua reazione. L’allievo di Emanuel Lo fin dal primo momento si è mostrato entusiasta del compito ricevuto e, dopo essersi confrontato con il suo maestro, nelle ultime ore si è preparato al meglio per affrontare questa sfida. Sul sito di Wittytv nel mentre è stato mostrato il momento in cui Kumo ha ballato sui tacchi e la performance ha conquistato il web e i fan del talent show di Maria De Filippi. Ma non solo. Anche Todaro infatti ha apprezzato l’esibizione del ballerino e ha così affermato:

“A me piaci come ballerino. Il motivo per il quale ti ho dato questo compito è perché nelle ultime settimane non mi stupivi più. Ti trovavo un po’ piatto. Oggi mi sei piaciuto, per me il compito è più che sufficiente, anche se secondo me puoi fare ancora di più”.

Lo stesso Emanuel Lo ha trovato impeccabile l’esibizione di Kumo e gli ha così riconfermato la maglia. Nel mentre qualche settimana fa il ballerino di Amici 23 ha raccontato la storia che si nasconde dietro al suo nome d’arte, e in merito ha affermato:

“Quattro o cinque anni fa ho fatto un incidente. Persi il rene, ci furono 5 minuti in cui rischiai di morire. In ambulanza, in sala operatoria e in ospedale vedevo i ragni. Ero maggiorenne. Ero solo perché i miei genitori non potevano venire a trovarmi. Ho avuto un collasso polmonare e poteva esserci il rischio che mi attaccassero qualcosa. Li vedevo da una finestrella. Quando sono tornato a Gaeta, raccontai questa storia a una mia amica appassionata di manga e di lingua giapponese. Lei cercò su google come si dicesse ragno e la versione italianizzata è Kumo. Da lì è diventato il mio nome d’arte”.