Belle da Vicino Alessandro Gualdi Novella 2000 n. 20 2020 labbra al bacio

Belle da Vicino: tutto quel che c’è da sapere per avere labbra ‘al bacio’

Tutti i segreti per avere labbra al bacio carnose e seducenti: il chirurgo plastico Alessandro Gualdi dispensa dritte e consigli su come intervenire.

Basta guardare la tv per rendersi conto di quanto le donne (ed evidentemente anche i loro partner) amino le labbra carnose. Purtroppo assistiamo anche a esagerazioni: aumenti di volume sproporzionati che male si inseriscono con l’armonia del volto. Ma come avere labbra al bacio? Ce lo spiega il dottor Alessandro Gualdi, autore della rubrica Belle da Vicino che da qualche settimana a questa parte intrattiene i lettori di Novella 2000.

Medico specialista in trattamenti mini-invasivi, Gualdi è chirurgo e ricercatore ma anche divulgatore scientifico che ha eseguito più di 5 mila interventi. Per Novella 2000 si è occupato di: mentoplastica, orecchie a sventola, lipofilling e tanto altro.

PERCHÉ SI INTERVIENE
La chirurgia delle labbra è riservata ai casi anatomicamente più compromessi, non per lievi modifiche di forma o volume, ma per ripristinare una corretta morfologia e funzione.

C’È CHI VUOLE RIDURLE
La riduzione delle labbra, pur richiesta, è meno frequente dell’aumento di volume. Si tratta per lo più di casi ricostruttivi, ma talvolta si interviene per correggere precedenti volumizzazioni “troppo generose”.

COME INGRANDIRLE
Il metodo più rapido ed efficace consiste nell’innesto di prodotti di sintesi riassorbibili. Questi danno ottimi risultati, sia estetici che funzionali e non necessitano della vera e propria chirurgia.

I PRODOTTI E IL METODO
I filler (prodotti riempitivi) più diffusi per avere labbra al bacio sono gel sterili a base di acido ialuronico. La stessa sostanza viene utilizzata anche nelle creme viso ed è largamente presente anche nel nostro organismo. Il trattamento prevede un’anestesia locale mediante crema e il raffreddamento, e generalmente non lascia segni marcatamente visibili.

PAURA DELL’AGO
Nel caso di timore per il trattamento, oltre alla crema anestetica e al raffreddamento, si può effettuare una vera e propria anestesia del labbro come dal dentista.

CONVALESCENZA
Dopo il trattamento non ci sono precauzioni particolari, ma si sconsiglia di mangiare cibi solidi per almeno mezz’ora per possibilità di mordersi le labbra ancora anestetizzate.

Novella 2000 © riproduzione riservata.