Marcell Jacobs, il Times associa il suo nome a un “traffico di anabolizzanti”

Il tabloid britannico Times la spara grossa contro il campione olimpico Marcell Jacobs e associa il suo nome a un "traffico di anabolizzanti"

1La gravissima accusa del Times contro Marcell Jacobs

Marcell Jacobs, il Times associa il suo nome a un “traffico di anabolizzanti”
Marcell Jacobs alle Olimpiadi di Tokyo 2020

La stampa britannica non riesce proprio a farsene una ragione. La doppia vittoria di Marcell Jacobs (e degli altri ragazzi della staffetta 4×100 maschile) alle Olimpiadi di Tokyo continua a essere mal digerita. I tabloid stanno cercando qualsiasi modo pur di sminuire l’impresa azzurra. Adesso hanno lanciato nuove accuse contro il velocista di Desenzano del Garda. Insinuazioni gravi, come vedremo, che hanno portato l’agente dell’atleta a intervenire per respingere qualsiasi tipo di attacco.

Il Times che ne ha riportato per primo la notizia ha riportato il seguente titolo: “La polizia indaga sul nutrizionista della stella dei 100 metri”, facendo proprio riferimento a Marcell Jacobs. Come raccolto da Huffpost il nome del campione olimpico è stato associato all’imprenditore bresciano, Giacomo Spazzini. Quest’ultimo ora si trova al centro di un’indagine perché non avrebbe il titolo di nutrizionista. L’accaduto a quanto pare ha fatto il giro del mondo piuttosto velocemente e anche L’Equipe non ha mancato occasione di parlarne. I francesi sottolineano: “Un ex collaboratore di Marcell Jacobs al centro di un’inchiesta per traffico di steroidi anabolizzanti”.

Repubblica nei giorni scorsi ha precisato che nel 2020 c’erano stati rapporti tra Marcell Jacobs e Giacomo Spazzini, ma come raccolto da HuffPost e precisato dallo staff dell’atleta: “da quando è emersa la vicenda, Marcell è seguito da un altro professionista dello studio”. Ma gli inglesi non si sono fermati, anche per il post poi pubblicato da Giacomo Spazzini sui social, in cui rivendica una parte di merito per il trionfo a Tokyo.

La prima pagina del Times
La prima pagina del Times

A prendere le parti di Marcell Jacobs, come scritto dal Times e emerso anche su Huffpost, è stato il suo agente Marcello Magnani. Ecco quanto dichiarato dal manager: “Per quanto riguarda il rapporto professionale con Giacomo Spazzini, questo è stato interrotto nel marzo 2021. Ovvero non appena Marcell è venuto a conoscenza dell’indagine. L’indagine non ha mai toccato Marcell e, quindi, non abbiamo informazioni a riguardo”, ha specificato.

Ormai da giorni i giornali britannici e americani accusano Marcell Jacobs di uso di doping e, come precisato dal suo agente, tutto ciò è “folle”. Proprio in quella circostanza ha detto la sua il Presidente del CONI, Giovanni Malagò che ha difeso a spada tratta Marcell. Magnani ha aggiunto ancora: “Ovviamente, e categoricamente, la risposta è no: non ha mai usato sostanze vietate”.