Michelle Hunziker propone una legge contro la violenza sulle donne

Michelle Hunziker propone una legge contro la violenza sulle donne

Dopo essere stata vittima di stalking, Michelle Hunziker propone una legge in Parlamento contro la violenza sulle donne

Tra le showgirl più amate dello spettacolo italiano senza dubbio c’è la nostra Michelle Hunziker. Da sempre la bella conduttrice svizzera ha conquistato il cuore di milioni di spettatori, e ad oggi è una delle più apprezzate di sempre. Tuttavia le cose per la modella non sono state sempre facili. Fino a qualche tempo fa, infatti, Michelle è stata vittima di stalking. La persecuzione si è fermata dopo diverse denunce e dopo l’arresto dello stalker, che per mesi ha terrorizzato la Hunziker. L’accaduto ha spinto la presentatrice a scendere in prima linea, fondando l’associazione Doppia Difesa, per combattere la violenza sulle donne. In seguito è stata proposta in Parlamento anche una legge per istituire il Codice Rosso, ovvero una corsia preferenziale e indagini più rapide in caso di denunce per violenza sulle donne.

Come purtroppo ben sappiamo, infatti, i dati dimostrano che anche quando le donne denunciano, poi rimangono non tutelate per via di una giustizia troppo lenta. Il disegno di legge, invece, vuol proteggere la donna fin dall’inizio dell’accertata violenza. Michelle Hunziker si sta battendo da settimane affinché il progetto venga approvato in Parlamento. Tuttavia le cose sembrerebbero essere rallentate per qualche motivo. Si spera, ciò nonostante, che la legge faccia il suo corso, e che il disegno abbia modo di essere definitivamente approvato.

In attesa di scoprire cosa accadrà, il nuovo numero del settimanale Visto TV ha intervistato l’avvocato Giulio Calosso di Torino, uno dei più noti e apprezzati penalisti torinesi. L’uomo più volte è stato difensore di donne perseguitate e vittime di violenza, e proprio come Michelle Hunziker si sta battendo affinché la legge venga approvata. Scopriamo le sue parole in merito.

La legge contro la violenza sulle donne proposta in Parlamento da Michelle Hunziker potrà davvero cambiare le cose?

Attualmente la legge proposta in Parlamento da Michelle Hunziker per la violenza contro le donne, è ancora ferma. Tuttavia l’avvocato Giulio Calosso ci ha aiutati a capire meglio cosa prevede il progetto, e se davvero potrebbe aiutare a cambiare realmente le cose. Queste le sue parole:

“Questo disegno di legge impone una rapida corsia preferenziale alle indagini che riguardano i reati di maltrattamenti, di violenza sessuale, di stalking e di lesioni commesse in contesti familiari o nell’ambito di relazioni di convivenza. In sostanza, Carabinieri e Polizia dovranno trasmettere immediatamente le denunce e le querele al Pubblico Ministero, il quale dovrà ascoltare il racconto delle vittime entro tre giorni al fine di avviare rapidamente le indagini che, se verranno affidate alla Polizia Giudiziaria, dovranno essere compiute e comunicate, senza ritardo, allo stesso Pubblico Ministero. Il tutto perché la richiesta di aiuto delle persone offese non rimanga inascoltata e abbia una risposta tempestiva, cioè in grado d scongiurare il rischio di episodi violenti”

E ancora:

“Una volta che sulla base di queste indagini “accelerate”, emergano gravi indizi di colpevolezza in merito ai reati denunciati e il pericolo di reiterazione di episodi di violenza, il Pubblico Ministero potrà chiedere al Giudice delle indagini preliminari l’applicazione di una misura cautelare personale. Come l’allontanamento della persona pericolosa dalla casa familiare, il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. Oppure (nei casi più gravi) gli arresti domiciliari e anche il carcere”

Ma da quando sarà operativa la legge proposta da Michelle Hunziker?

Ancora dubbi sul quando sarà operativa la legge Codice Rosso, proposta in Parlamento da Michelle Hunziker

Nonostante la legge proposta da Michelle Hunziker possa realmente fare la differenza, non è ancora ben chiaro quando il progetto sarà operativo. In merito l’avvocato Calosso dichiara:

“Questa misura avrà costi zero, perché nel disegno di legge viene specificato che questo decreto di legge non dovrà comportare alcun costo aggiuntivo. Ma quando il Codice Rosso sarà operativo è ancora un rebus. I tempi parlamentari non sono certi. Al momento, il disegno di legge è stato assegnato alla Commissione Giustizia della Camera”

Non ci resta che fare un enorme in bocca al lupo a Michelle Hunziker, con la speranza che il Parlamento decida di approvare Codice Rossoil più in fretta possibile.

Potrebbero interessarti anche:

Novella 2000 © riproduzione riservata.