Platinette punzecchia i giudici di Amici 23 e critica Giuseppe:

Spettacolo

Platinette punzecchia i giudici di Amici 23 e critica Giuseppe: “Bello, con pochi argomenti”

Andrea Sanna | 7 Aprile 2024

Amici 23

In una recente intervista Platinette ha punzecchiato i giudici di Amici 23 e riservato una critica a Giuseppe Giofrè

Dopo aver partecipato come opinionista e poi nella giuria, Platinette ha parlato di Amici 23 in un’intervista e ha dato un personale commento sui giurati, lanciando una stoccata, per poi fare una critica al programma. Ecco cosa ha detto.

Platinette critica la giuria di Amici 23

Senza peli sulla lingua, come spesso ci ha abituati, Platinette ha voluto commentare la nuova edizione di Amici 23, di cui ieri è andata in onda una nuova puntata dove abbiamo visto l’eliminazione di Lucia. Se ha riservato tanti complimenti a Maria De Filippi, non si può dire lo stesso per i giurati. Non ha mancato infatti di fare qualche critica all’attuale giuria formata da Giuseppe Giofrè, Michele Bravi e Cristiano Malgioglio.

LEGGI ANCHE: Emanuel Lo scrive a Lucia dopo l’eliminazione dalla scuola di Amici 23

Secondo il suo punto di vista tra le pagine di DiPiù, infatti ci sarebbero delle piccole cose che non funzionerebbero poi così tanto. Soffermandosi sulla giuria di Amici 23, Platinette ha riconosciuto che ci può stare la riconferma, dato che si tratta di personaggi molto graditi ai più:

“Giuseppe, il più bello che mai ma con pochi “argomenti” di conversazione. Ci sta Michele Bravi, che presenta anche un brano nuovo, una nenia con Carla Bruni che sfida il sonno e la veglia; poi Cristiano Malgioglio, che senza occhiali, senza abiti particolari ma tirato a lucido sembra anche più giovane”.

Successivamente Platinette ha commentato anche la presenza di Maria De Filippi, che identifica come un’entità superiore. Ma in tutto ciò sembra esserci comunque un difetto importante, a quanto pare. Secondo il suo giudizio, infatti, ci sarebbe qualcosa che non funziona del tutto:

“C’è un’unica pecca, a mio giudizio, ma mi rendo conto che sia necessaria per raggiungere questa alchimia, è l’assenza della diretta. Più pepe e anche più sale non guasterebbero, ma è meglio controllare tutto, prima di darlo in pasto ai commensali”.

Insomma per Platinette il fatto che il programma non sia live fa perdere tutta l’essenza alla trasmissione, come accadeva invece in passato. Vedremo se magari in futuro cambierà qualcosa e Amici tornerà nuovamente in diretta come ai vecchi tempi!