Macaluso Novella 2000 n. 21 2022

Sorriso da conquista con Luca Macaluso: conoscere la pedodonzia

Il dottor Macaluso sull'importanza della prevenzione già da bambini: ecco quando cominciare a pensare all'igiene orale dei figli

Acquista il nuovo romanzo di Daninseries

Cos’è la pedodonzia

La pedodonzia, detta anche odontoiatria pediatrica o odontoiatria infantile, è una branca dell’odontoiatria, e un buon genitore dovrebbe aver pratica di questa parola un po’ difficile, perché una buona attenzione alla salute dei denti di un bambino può fare molto per il suo futuro, visto che un bel sorriso poi nella vita (non solo per il suo stato di salute) sa aprire molte porte, anche quelle del cuore e della seduzione.

“Credo fermamente che il sorriso sia l’accessorio più bello che una donna possa indossare”, diceva Audrey Hepburn. E credo che siano in molti a darle ragione. Ma un bel sorriso si deve curare fin da quando abbiamo i denti da latte, ed è sbagliato pensare che essi possano essere trascurati.

Tenere monitorata la salute orale fin dalla tenera età di un bambino è importante, al fine di prevenire eventuali problematiche future. La prima visita a un bambino di dovrebbe fare intorno ai 4 anni, ed ha lo scopo di verificare lo stato di salute di denti, bocca e gengive.

Inoltre, qualora fosse necessario, si può trovar per tempo e senza ulteriori complicazioni per individuare il trattamento ortodontico più adatto alle esigenze di ogni bambino.

Tutti i benefici di una visita precoce

Grazie all’ortodonzia infatti è possibile riallineare il sorriso. Riportare i denti nella posizione più corretta è molto importante durante la crescita, per prevenire eventuali problemi posturali anche gravi, agevolare l’igiene orale quotidiana e prevenire la formazione di placca.

Gli apparecchi utilizzati possono essere fissi e tradizionali oppure rimovibili, trasparenti e non alterano l’estetica del sorriso. Inoltre oggi è possibile rilevare le impronte dentali senza l’utilizzo della tipica pasta che non tutti i bambini sopportano per l’impronta. Questo grazie a particolari scanner e strumenti che si utilizzano per riprodurre in maniera digitale le arcate dentali senza nessun fastidio per il piccolo paziente.

Tra paura del dentista e convinzioni sbagliate, come per esempio che i denti da latte non siano da curare perché destinati a cadere, spesso i genitori portano i bambini al primo controllo dal dentista troppo tardi. Gli esperti di odontoiatria pediatrica e ortodonzia per bambini, come detto, consigliano invece di programmare la prima visita intorno ai 4 anni.

I benefici? Innumerevoli. I professionisti di pedodonzia possono prima di tutto avere una grande influenza educativa in termini di prevenzione: imparare a lavarsi i denti in modo corretto fin da subito garantisce un’igiene orale ottimale, anche da adulti. Poi, abituarsi a recarsi dal dentista da piccoli aiuta a eliminare la paura del dottore, in particolare quando la prima visita si svolge in un momento di benessere, senza che si sia già doloranti. Per cui, l’idea di andare dal dentista e quella di dolore non saranno associate.

a cura di Luca Macaluso

Nessun Articolo da visualizzare