damiano david reazione giorgia soleri lato b

NEWS

Damiano David mostra il lato B ai VMAs: la reazione della fidanzata

Nicolò Figini | 30 Agosto 2022

Ecco qual è stata la reazione di Giorgia Soleri nel momento in cui Damiano David ha mostrato il lato B ai VMAs

Damiano David e la reazione della fidanzata

damiano david reazione giorgia soleri lato b

I Maneskin non sono di certo nuovi a questo genere di cose. Tutti i membri non si sono mai vergognati di mostrare un po’ più di pelle, spingendosi dove magari tante altre star non si sarebbero spinte. Se durante il tour in Giappone è toccato al batterista Ethan, nel corso dell’ultima edizione dei VMAs (Video Music Awards) è stato il turno di Damiano David. Il leader della band, infatti, si è esibito sulle note del singolo “Supermodel“. Durante il live, però, è successo qualcosa che non è passato inosservato e che ha fatto storcere il naso ai fan di tutto il mondo.

Damiano, infatti, si è presentato sul palco della manifestazione canora a torso nudo, indossando solo dei pantaloni neri attillati con sopra un jock strap, il quale gli metteva in mostra il sedere. Questa scelta ha fatto molto chiacchierare gli utenti del web. Tra questi anche la fidanzata Giorgia Soleri. Sul suo profilo Instagram, infatti, ha voluto commentare la scelta del compagno. Oltre ad aver censurato lo scatto con una emoji, più in basso possiamo notare un’altra emoticon che si copre gli occhi pur lasciando uno spiraglio per vedere.

La reazione di Giorgia Soleri, fidanzata di Damiano David
La reazione di Giorgia Soleri, fidanzata di Damiano David

Damiano David, con i Maneskin, è partito da X Factor per poi approdare al Festival di Sanremo e all’Eurovision Song Contest. Qui il gruppo rock si è fatto conoscere in tutto il mondo, arrivando a vincere la competizione canora. Manuel Agnelli, loro coach a X Factor, ha rivelato qualche tempo fa un consiglio che ha dato proprio a Damiano all’epoca:

Non era difficile, hanno un grande talento comunicativo ed è sempre stato chiaro a tutti. Potevano essere molte cose. Erano cappelloni. Si sono presentati con camicie a fiori e uno stile tra il funky e il reggaeton. Io li ho spinti a essere più abrasivi, li ho indirizzati verso sonorità chitarristiche. Questo è stato il mio più grande merito: aver dato loro la patente di legittimità per essere rock. […] Mi era stato chiesto di calmarlo. In TV poteva risultare antipatico e arrogante. Al contrario, l’ho enfatizzato. Gli ho detto: ‘Fai quello che vuoi’. E, con poca umiltà. ho avuto ragione.

Le notizie proseguono…

< Indietro Successivo >