Chi è Max Gazzè? Età, altezza, fidanzata, figli e Instagram

NEWS

Chi è Max Gazzè? Età, altezza, fidanzata, figli e Instagram

Debora Parigi | 6 Marzo 2021

Sanremo Sanremo 2021

La biografia, la carriera, la vita privata di Max Gazzè: dagli esordi, fino al successo, le canzoni e la partecipazione a Sanremo.

Scopriamo tutto ciò che c’è da sapere su Max Gazzè, famoso cantante che nel 2021 sale sul palco del Festival di Sanremo. Dalla vita professionale a quella sentimentale.

Chi è Max Gazzè

Nome e Cognome: Massimiliano Gazzè
Nome d’arte: Max Gazzè
Data di nascita: 6 luglio 1967
Luogo di Nascita: Roma
Età: 54 anni
Altezza: 1,75 m
Peso: informazione non disponibile
Segno zodiacale: Cancro
Professione: cantante e bassista
Fidanzata: è stato sposato con Maria Salvucci, poi ha avuto un’altra relazione
Figli: ha 5 figli (Bianca, Samuele, Emily, Silvia e Guglielmo)
Tatuaggi: nessun tatuaggio visibile
Sito Internet: maxgazze.it
Profilo Instagram: @maxgazze
Pagina Facebook: Max Gazzè
Profilo Twitter: @MaxGazze
Canale Youtube: MaxGazzeVEVO

Max Gazzè età altezza e biografia

Conosciamo chi è Max Gazzè, noto cantante e bassista. All’anagrafe Massimiliano Gazzè, è nato a Roma il 6 luglio 1967. Ha quindi 54 anni di età ed è del segno zodiacale del Cancro. La sua altezza è di 1,75 m, ma non abbiamo informazioni circa il suo peso. Per quanto riguarda i tatuaggi, non sembrano essercene di visibili.

Come detto, lui è nato a Roma, ma le sue origini sono siciliane, infatti il padre è di Scicli, in provincia di Ragusa. Ha un fratello di nome Francesco con quale ha scritto molti testi dei suoi brani. Quando aveva 15 anni si è trasferito con la famiglia in Belgio, poiché il padre lavorava all’ambasciata italiana a Bruxelles. In questa città Max ha frequentaro la scuola europea.

La passione per la musica è sempre stata presente in Max Gazzè. Infatti all’età di 6 anni ha iniziato a studiare pianoforte, mentre a 14 anni ha iniziato a dedicarsi al basso elettronico. Così, mentre si trovava a Bruxelles, ha iniziato ad esibirsi con vari gruppi nei vari locali della città.

Vediamo adesso la sua vita privata

Vita privata: ha una fidanzata?

Parlando della vita privata e sentimentale di Max Gazzè, sappiamo che ha avuto due relazioni importanti da cui sono nati in totale 5 figli.

Il cantante è stato sposato per 15 anni con Maria Salvucci, dalla quale ha divorziato nel 2010. Da questa storia sono nati 3 figliBianca, Samuele ed Emily. Dopo il divorzio ha avuto una nuova relazione (m anon conosciamo il nome della fidanzata) dalla quale sono nati 2 figli: Silvia (nel 2013) e Guglielmo (nel 2016).

Il figlio maggiore di Max Gazzè, Samuele, è famoso, poiché è un rapper che fa musica con il nome d’arte Sam Blu.

Parliamo adesso della sua carriera musicale…

La carriera di Max Gazzè

Per quanto riguarda la carriera, Max Gazzè ha fatto il suo esordio come bassista, arrangiatore e coautore dei 4 Play 4, un gruppo inglese. E qui è rimasto per cinque anni. Con loro è stato nel sud della Francia lavorando anche come produttore artistico e facendo varie tournée, andando anche nei Paesi Bassi. Nel 1991 è poi tornato a Roma e ha iniziato a dedicarsi alla sperimentazione del suo piccolo studio di registrazione, componendo colonne sonore e collaborando con artisti di alto calibro. La lavorazione del primo album, Contro un’onda del mare, è arrivata tra il 1994 e il 1995 ed è stato pubblicato nel 1996.

Il successo di Max Gazzè è arrivato nel 1997 quando uscì il singolo Cara Valentina, ma il vero successo è arrivato l’anno successivo quando con la canzone Vento d’estate, cantata con Niccolò Fabi, ha vinto l’edizione di Un disco per l’estate. Ed è arrivato di conseguenza il secondo album, La favola di Adamo ed Eva. Nel 1999 ha partecipato al Festival di Sanremo nella categoria Giovani con il brano Una musica può fare per arrivare al 2000 con l’uscita del terzo album dal titolo Max Gazzè. Sempre in quell’anno ha partecipato al 50° Festival di Sanremo con il brano Il timido ubriaco per poi andare al Festivalbar con L’uomo più furbo. Nel 2001 è uscito il quarto album, Ognuno fa quello che gli pare?.

La carriera di Max Gazzè tra il 2001 e il 2003 è stata piena di eventi live con tour teatrali invernali, festival italiani estivi e nei club. Da questo è arrivato il quinto album dal titolo Un giorno. Poi, a 10 anni dall’uscità del primo album, è uscito Raduni 1995-2005 che vedeva una raccolta di 26 brani tratti dai 5 album precedenti più 4 inediti.

Max è tornato al Festival di Sanremo nel 2008 con il brano Il solito sesso, seguito dall’uscito di un nuovo album. Nel 2010 è stato anche attore nel film Basilicata coast to coast per il quale ha anche composto la canzone Mentre Dormi che gli è valso il premio Mario Camerini e anche il David di Donatello. Nel 2012 è stato al Festival come ospite duettando con Dolcenera. Mentre l’anno successivò partecipò di nuovo in gara con le canzoni I tuoi maledettissimi impegni e Sotto casa. Da questa partecipazione ha iniziato poi un tour europeo preceduto dall’uscita del nuovo album. Con il singolo Sotto casa ha avuto un grosso successo commerciale vincendo il disco d’oro per l’album e quello di platino per il singolo.

C’è stato un nuovo album nel 2015, preceduto dal singolo La vita com’è e nel 2016 ha avuto grandissimo successo con la hit Ti sembra normale. È tornato nuovamente al Festival di Sanremo nel 2018 con la canzone La leggenda di Cristalda e Pizzomunno che arrivò al sesto posto e vinse il Premio Giancarlo Bigazzi alla miglior composizione musicale. Infine partecipa al Festival di Sanremo 2021 con la canzone Il farmacista.

Nella carriera di Max Gazzè troviamo anche tantissime collaborazioni. Ne troviamo soprattutto nel quarto album: Paola Turci, Carmen Consoli, Francesco Magnelli, Stephan Eicher. Con quest’ultimo negli anni ha instaurato una collaborazione sempre più stretta. Ma tantissime collaborazioni Gazzè le ha avute con l’amico Daniele Silvestri, suonando anche in tanti brani del suo disco Il latitante e accompangnandolo nei tour musicali. Con Gimmi Santucci ha invece collaborato per la realizzazione dell’album Tra l’aratro e la radio. Come detto, lui è grande amico di Daniele Silvestri, ma anche di Nicolò Fabi. Così i tre nel 2014 hanno dato vita ad un trio realizzando l’album Il padrone della festa, preceduto dal singolo Life is Sweet. E hanno fatto anche un grande tour europeo.

Dove seguire Max Gazzè: Instagram e social

Adesso che conosciamo meglio chi è Max Gazzè, è possibile seguirlo sui social network? La risposta è ovviamente sì e il modo migliore è attraverso il suo profilo Instagram. Il suo account vanta oltre 278 mila follower.

Qui troviamo principalmente scatti inerenti il suo lavoro di cantante e quindi le sue ebizioni. Ci sono foto anche con tantissimi suoi colleghi, viste le molte collaborazioni. Non mancano gli scatti con i suoi figli e di vita quotidiana. Inoltre notiamo anche quelli inerenti una sua grande passione: le immersioni subacquee.

Gazzè può essere seguito anche attraverso il suo sito ufficiale, per rimanere informati su tutte le novità che lo riguardano. E sempre sui social, c’è la pagina Facebook ufficiale, il profilo Twitter e il canale Youtube con tutti i video delle sue canzoni e non solo.

Max Gazzè a Sanremo 2021

Max Gazzè partecipa al Festival di Sanremo 2021 con la canzone Il farmacista. Ad accompagnarlo c’è il misterioso gruppo Trifluoperazina Monstery Band. Parlando con TV Sorrisi e Canzoni del suo brano, Gazzè ha detto:

È un modo per riflettere, ma anche per provare a sorridere in questo periodo difficile in cui politica e sanità si sono mescolate troppo. Con questo testo cerco di sottolineare alcuni aspetti più leggeri.

Canzone e testo

Ecco un estratto della canzone di Sanremo 2021 Il farmacista:

Polvere d’amore,
Té verde due bustine
E non mi dici
Più che non ti va…
Dimetisterone,
Poi Norgestrel in fiale
Per chiuderci
Una notte
In camera!

Per la cover del giovedì, Max Gazzè si esibirà con Del mondo, brano del 1994 dei C.S.I., estratto dall’album “Ko de mondo”. Ad accompagnarlo ci sarà Daniele Silvestri e The Magical Mistery Band.

I Big del Festival di Sanremo 2021

Parliamo adesso degli altri concorrenti che prenderanno parte nella sezione Big del Festival di Sanremo. Ecco la lista completa di tutti coloro che vedremo sfilare sul palco dell’Ariston nella settimana dal 2 al 6 marzo 2021 e i brani che porteranno:

Sanremo, un cantante ha avuto un'esperienza simile a Gubbio

NEWS

Un cantante ha avuto un’esperienza simile a quella di Gubbio durante il Festival di Sanremo

Debora Parigi | 22 Ottobre 2022

Sanremo

Avete presente il Gubbio-gate di cui si parla negli ultimi giorni? A un cantante è successa una cosa simile durante la finale di Sanremo.

Shade e il problema intestinale durante il Festival di Sanremo

Negli ultimi giorni non si fa altro che parlare del Gubbio-gate. Pare infatti che in un ristorante di Gubbio un gruppo numeroso di persone si sia sentita male per il pesce mangiato (e da loro pescato), avendo attacchi intestinali e di vomito. I commenti di ilarità e di battute che sono girati sul web sono davvero tanti. Anche se pare ora che in questa storia non ci sia nulla di vero, solo una leggenda metropolitana. Falso o vero che sia, la storia fa parlare anche i più famosi, come ad esempio Shade che ha raccontanto un aneddotto riguardsnte Sanremo.

Il cantante infatti ha scritto un tweet citando la vicenda di Gubbio, ma ricordando un evento accaduto a lui che ha qualcosa di simile. Ma la cosa più assurda e che gli è successo proprio durante il Festival di Sanremo, la finale per l’esattezza. L’anno era il 2019 e Shade era in gara in coppia con Federica Carta col brano “Senza farlo apposta”.

L’artista ha scritto: “Questa vicenda del ristorante di Gubbio mi ha ricordato quando alla finale di Sanremo ho fatto la cacca nel bagno dell’Ariston, con Renga che bussava ogni tot e diceva ‘ma chi c’è dentro da un’ora?!’ Eh c’ero io bro. Scusami.”

Questa storia ha davvero molto divertito gli utenti del social dell’uccellino che hanno riempito il tweet del cantante con molti commenti ironici.

Chi è Davide Toffolo? Età, fidanzata, figlia e Instagram

NEWS

Chi è Davide Toffolo? Età, fidanzata, figlia e Instagram

Debora Parigi | 6 Marzo 2021

Sanremo Sanremo 2021

La carriera e la vita privata di Davide Toffolo, de I Tre Allegri Ragazzi Morti, dai fumetti alle canzoni fino a Sanremo.

Scopriamo tutto ciò che c’è da sapere su Davide Toffolo, cantante e fumettista che nel 2021 sale sul palco del Festival di Sanremo. Dalla vita professionale a quella sentimentale.

Chi è Davide Toffolo

Nome e Cognome: Davide Toffolo
Soprannome: el Tofo
Data di nascita: 17 gennaio 1965
Luogo di Nascita: Pordenone
Età: 56 anni
Altezza: informazione non disponibile
Peso: informazione non disponibile
Segno zodiacale: Capricorno
Professione: cantante, chitarrista e fumettista
Fidanzata: dovrebbe avere una compagna
Figli: una figlia di nome Zoe
Tatuaggi: nessun tatuaggio visibile
Profilo Instagram: @davideltofo

Davide Toffolo età altezza e biografia

Conosciamo chi è Davide Toffolo, noto per far parte del gruppo musicale I Tre Allegri Ragazzi Morti. Davide è nato a Pordenone il 17 gennaio 1965. Ha quindi 56 anni di età ed è del segno zodiacale del capricorno. Per quanto riguarda la sua altezza e il suo peso, non abbiamo informazioni. Parlando invece di tatuaggi non sembrano essercene di visibili. Il suo soprannome è el Tofo.

Dopo il diploma, Toffolo si è laureato in disegno anatomito presso l’Università di Bologna. Nella stessa città ha frequentato la scuola di fumetto Zio Feininger di Andrea Pazienza e Lorenzo Mattotti.

Parlando di lavoro, Davide Toffolo è cantante, chitarrista e fumettista. E riesce ad unire e fondere queste sue professioni insieme. Ha iniziato come fumettista, per poi dedicarsi alla musica. Il tema preferito nei suoi disegni è quello delle difficoltà dell’adolescenza. Inoltre ha dichiarato di aver avuto per un certo periodo una particolare predilezione per il Futurismo, che lo ha influenzato sia in ambito musicale che come disegnatore.

Vediamo adesso la sua vita privata

Vita privata: ha una fidanzata?

Parlando della vita privata, Davide Toffolo è una persona davvero molto riservata. Sembra che abbia una compagna, ma non conosciamo né il suo nome né il suo volto. Dovrebbe avere anche una figlia di nome Zoe. Ma anche in questo caso non sappiamo altro.

Il suo simbolo di riconoscimento è la maschera teschio che indossa sempre. Infatti non si fa vedere praticamente mai in pubblico senza. Quindi ci sono davvero poche foto di lui senza maschera.

A tal proposito, nelle rarissime occasioni in cui mostra il viso, chiede al suo pubblico di non scattare foto.

La carriera di Davide Toffolo

Come detto, la carriera di Davide Toffolo riguarda sia il fumetto che la musica. Le sue attività non sono separate, ma anzi decisamente legate. Integra infatti le permormance di disegno con la musica. Ad esempio inserisce atmosfere musicali nelle sue mostre di fumetti. Oppure inserisci i suoi disegni nei videoclip musicali.

L’artista ha all’attivo la pubblicazione di: 9 album musicali, 16 videoclip a cartoni animati disegnati e a volte anche diretti, 16 albi autoconclusivi di fumetti e 2 serie di fumetti.

Fumetti

Molto legato alla storia del fumetto italiano, dopo la laurea e la scuola di fumetto ha partecipato al tributo a Magnus al festival internazionale di fumetto BilBOlbul a Bologna nel marzo 2007 con una mostra personale: “Nelle mani di Magnus”. Ha pubblicato molte raccolte di fumetti come L’inverno d’Italia, che narra la vicenda di due bambini sloveni che vivono in un campo di concentramento italiano durante gli anni della guerra.

Nel 2010, ha tenuto un workshop di romanzo a fumetti, a Torino in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Nel 2011, invece, è stato realizzato uno spettacolo teatrale ispirato al suo fumetto Intervista a Pasolini. Qui Davide ha accompagnato con i suoi disegni le parole del poeta. E tutto era incorniciato dal sound creato dal gruppo de I Tre Allegri Ragazzi Morti, di cui Toffolo fa appunto parte.

Davide Toffolo ha anche pubblicato un’autobiografia espressa con 140 tavole di fumetti. Ed essa è stata trasposta nel musical Cinque Allegri Ragazzi Morti, andato in scena nel gennaio del 2014. Nel 2020 aveva assunto il ruolo Magister al Comicon di Napoli (poi annullato per Covid). E ha pubblicato il fumetto a tiratura limitata Andrà tutto benino, narrando la pandemia dal punto di vista del virus.

Inoltre si occupa di insegnare ai giovani l’arte del fumetto. E a tal proposito ha collaborato per 10 anni con scuole e associazioni culturali, realizzando nel 2000 il manuale Fare Fumetto.

Davide Toffolo e I Tre Allegri Ragazzi Morti

Davide Toffolo ha iniziato a suonare alla fine degli anni ’70, ai tempi in cui Pordenone era diventata una delle città più importanti per il punk rock italiano. Poi nel 1994 ha fondato il gruppo I Tre Allegri Ragazzi Morti, insieme a Stefano Muzzin e Luca Masseroni (in arte Luca Casta). Il gruppo si è affermato sulla scena musicale italiana tra il 1997 e il 1998 grazie al brano Mostri e normali. 

Il loro stile musicale è un particolare rock alternativo misto a punk con influenze blues e indie rock americano. Inoltre hanno acquistato popolarità grazie anche alla loro immagine, cioè indossando delle maschere-teschio per coprire il volto. Le maschere sono disegnate dallo stesso Davide Toffolo.

All’inizio degli anni 2000 ha fondato una propria etichetta, La Tempesta Dischi, che oltre a pubblicare i propri lavori, produce tra i vari anche Il Teatro degli Orrori e Le luci della centrale elettrica. Poi dal 2004 i TARM hanno pubblicato molti album e hanno fatto tantissimi tour musicali impegnati, come quello di mixare musica, parole e disegni. Prima del 2010 sono stati impegnati anche in vari tour musicali all’estero, avvalendosi anche di alcune collaborazioni importanti: Giorgio CanaliZen Circus e Violent Femmes.

Nel 2016 c’è stata la pubblicazione dell’album Inumani, collaborando con Jovanotti. Nel 2019 è stato pubblicato Sindacato dei sogni e nel 2020 il singolo Quando.

Dove seguire Davide Toffolo: Instagram e social

Adesso che conoscismo meglio chi è Davide Toffolo, è possibile seguirlo sui social network? La risposta è ovviamente sì e il modo migliore è attraverso il suo profilo Instagram. Il suo account vanta quasi 39 mila follower.

Qui pubblica, per la maggior parte, i suoi lavori di fumettista. Le poche volte in cui posta foto sue, appare comunque con il volto coperto dalla maschera-teschio. Non ci sono scatti della sua vita privata. Inoltre nella biografia del profilo leggiamo: “L’incredibile spettaculo della vida, l’incredibile spettaculo della muerte”.

Può essere seguito sui social anche attraverso il profilo Instagram dei Tre Allegri Ragazzi Morti che ha un seguito di quasi 42 mila utenti. Il gruppo ha anche un sito internet personale.

Davide Toffolo a Sanremo 2021

Davide Toffolo partecipa al Festival di Sanremo 2021 in coppia con gli Extraliscio. La loro canzone si intitola Bianca luce nera. Gli artisti, a TV Sorrisi e Canzoni, hanno detto che dentro questo brano c’è la Romagna, il sabbione di Gatteo a Mare, lo zucchero filato, il pedalò e molto altro.

La musica da balera degli Extraliscio incontra quindi il punk rock per un mix che incuriosisce molto. E sicuramente Davide Toffolo accomopagnerà l’esibizione con i suoi disegni. Il gruppo e il fumettista si sono trovati grazie all’intuizione di Elisabetta Sgarbi, editore di Toffolo e titolare dell’etichetta degli Extraliscio.

Canzone e testo

Ecco un estratto della canzone di Sanremo 2021 Bianca luce nera:

Bianca come la neve
Nera come l’inverno
Mi agito se non ti sento
Divento aceto che ero vino
Strano il mio sentimento
Che mi fa male e mi tiene vivo
Ora che mi leggi la mano
Ora che conosci il destino
Dimmi che c’è un posto lontano
Noi che camminiamo vicino
Lì dove nessuno ci vede
E nessuno sa chi siamo

Per la cover del giovedì, gli Extraliscio e Davide Toffolo si esibiranno con Rosamunda, brano popolare inciso da Gabriella Ferri nel 1972. Ad accompagnarli ci sarà il musicista sperimentale Peter Pichler.

I Big del Festival di Sanremo 2021

Parliamo adesso degli altri concorrenti che prenderanno parte nella sezione Big del Festival di Sanremo. Ecco la lista completa di tutti coloro che vedremo sfilare sul palco dell’Ariston nella settimana dal 2 al 6 marzo 2021 e i brani che porteranno:

Chi sono Lo Stato Sociale? Età, cantante Lodo Guenzi e Instagram

NEWS

Chi sono Lo Stato Sociale? Età, cantante e Instagram

Debora Parigi | 6 Marzo 2021

Sanremo Sanremo 2021

La carriera e la vita privata del gruppo lo Stato Sociale: età dei componenti, canzoni, partecipazione a Sanremo e Instagram.

Scopriamo tutto ciò che c’è da sapere su Lo Stato Sociale, gruppo il cui forntman è Lodo Guenzi, che nel 2021 sale sul palco del Festival di Sanremo. Dalla biografia alla carriera dei componenti.

Chi sono Lo Stato Sociale

Nome del gruppo: Lo Stato Sociale
ComponentiAlberto Cazzola (Albi), Lodovico Guenzi (Lodo), Alberto Guidetti (Bebo), Enrico Roberto (Carota) e Francesco (Checco) Draicchio
Età dei componenti: 34 anni (Lodo), 36 anni (Albi), 35 anni (Checco), 35 anni (Bebo) e 34 anni (Carota)
Anno di formazione: 2009
Provenienza: Bologna e Foggia
Professione: cantanti, musicisti e scrittori
Genere: indie rock-pop ed elettropop italiano
Profilo Instagram: @lostatosociale
Profilo Facebook: Lo Stato Sociale
Sito Internet: lostatosociale.net
Profilo Twitter: @lostatosociale
Canale Youtube: LoStatoSocialeVEVO

Lo Stato Sociale componenti età e biografia

Conosciamo meglio chi sono Lo Stato Sociale, gruppo musicale italiano formato da cinque componenti. Alberto Cazzola, detto Albi, è nato a Bologna il 31 luglio 1984. Ha quindi 36 anni di età ed è del segno zodiacale del Leone. Nel gruppo suona il basso ed è anche voce.

Francesco Draicchio, detto Checco, è nato a San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia, il 18 novembre 1985. Ha quindi 35 anni di età ed è del segno zodiacale dello Scorpione. Nel gruppo si occupa del sintetizzatore, del sequencer, della programmazione, delle percussioni ed è anche voce.

Lodovico Guenzi, detto Lodo, è nato a Bologna l’1 luglio 1986. Ha quindi 34 anni di età ed è del segno zodiacale del Cancro. Nel gruppo si occupa della chitarra, del pianoforte, del sintetizzatore ed è anche la voce.

Alberto Guidetti, detto Bebo, è nato a Bologna il 12 settembre 1985. Ha quindi 35 anni di età ed è del segno zodiacale della Vergine. Nel gruppo si occupa della drum machine, della programmazione, del sintetizzatore, del sequencer ed è anche voce.

Infine abbiamo Enrico Roberto, detto Carota, che è nato a Bologna il 5 agosto 1986. Ha quindi 34 anni di età ed è del segno zodiacale del Leone. Nel gruppo si occupa del sintetizzatore, del pianoforte, del rhodes, della programmazione ed è anche voce.

I componenti de Lo Stato Sociale hanno riferito di non avere un leader del gruppo.

Vediamo adesso la loro vita privata

Vita privata

Per quanto riguarda la vita privata dei componenti de Lo Stato Sociale non abbiamo tantissime informazioni. Riguardano principalmente la loro vita prima di comporre la band e non sappiamo niente della loro vita sentimentale. I tre componenti originali, cioè i due Alberto e Lodovico lavoravano come dj di Radio Città Fujiko a Bologna.

Alberto Cazzola è laureato in Sociologia del Lavoro, definisce se stesso e i suoi compagni “divertenti e divertiti”, e si arrabbia quando Lo Stato Sociale viene definita “una band per ragazzine”. Lodovico Guenzi, invece, è quello che più si espone, senza timore ed è considerato da tutti un po’ l’anima della band.

Francesco Draicchio fa molte cose. Dividendosi tra prove, registrazioni e lavori extra-musicali, lavora anche come ricercatore precario. I suoi genitori più volte gli hanno suggerito di trovarsi un “vero” lavoro e anche una fidanzata, ma lui è sempre andato avanti nelle sue convinzioni inseguendo il suo sogno.

Alberto Guidetti prima della formazione della band, oltre ad essere dj lavorava anche in fabbrica. Con l’idea di vivere grazie a un lavoro stabile, si è comprato una casa e una macchina, ma poi è andato tutto in modo diverso. Oggi dice di essere felice di questo stile di vita: precario ma sereno.

Enrico Roberto ha vissuto con un padre che gli consigliava di lasciar perdere la vita del cantante. Ma quando lo ha sentito dal vivo ha cambiato completamente idea. È stato proprio lui a suggerirgli di lasciare il lavoro e dedicarsi solo alla musica.

La carriera de Lo Stato Sociale

Gruppo di genere indie rock-pop ed elettropop italiano, Lo Stato Sociale si è formato nel 2009 a Bologna con Alberto CazzolaLodovico Guenzi e Alberto Guidetti. Poi nel 2011 a loro si sono uniti Francesco Draicchio ed Enrico Roberto.

L’esordio, con soli 3 componenti, è arrivato nel 2010 con l’EP Welfare Pop, seguito l’anno successivo da Amore ai tempi dell’Ikea. Il primo album, con la band al completo, è del 2012 dal titolo Turisti della democrazia seguito dal tour musicale in Italia ed Europa. Sempre in questo anno il gruppo ha vinto la seconda edizione del Premio Buscaglione. Nel 2013 l’album è stato rupubblicato in versione deluxe, con tantissimi nuovi inediti e collaborazioni importanti. È stato quindi tra i più discussi album in ambito indie rock in Italia e ha valso alla band la Targa Giovani Mei, il Premio SIAE “Miglior Giovane Talento dell’Anno” e altri riconoscimenti.

Nel 2014 è uscito il loro singolo C’eravamo tanto sbagliati che si è subito piazzato in testa alla classifica di iTunes. Il brano ha anticipato il secondo album, L’Italia peggiore, che ha visto varie collaborazioni e il contributo di alcune illustratrici per la realizzazione della doppia copertina. Dopo due anni dalle ultime pubblicazioni, nel 2016 uscì su Youtube il videoclip di Amarsi male e nel 2017 il singolo Mai stati meglio, brano che anticipò l’album Amore, lavoro e altri miti da sfatare. Sempre in quell’anno curarono la colonna sonora del film Gli asteroidi.

Sempre nel 2017 Lo Stato Sociale partecipò al Festival di Sanremo con il brano Una vita in vacanza arrivando al secondo posto e riscuotendo grandissimo successo, tanto da essere il più trasmesso in radio. La canzone anticipò l’album Primati. Nel 2018 uscì il singolo Facile. Il gruppo ha anche collaborato con Cristina D’Avena per il brano Ti voglio bene Denver. Sono tornati a Sanremo come ospiti nel 2019. Il singolo, invece, DJ di m**** , ha visto la partecipazione vocale di Arisa e di Myss Keta.

Lo Stato Sociale partecipa al Festival di Sanremo 2021 con il brano Combat pop. Il 28 gennaio 2021 hanno pubblicato l’EP Bebo, seguito da CheccoCarotaLodo e Albi, per un totale di cinque EP, uno per ogni membro del gruppo e ognuno cantato dal membro in questione. Gli EP sono pubblicati a distanza di una settimana l’uno dall’altro, fino ad arrivare alla loro partecipazione al Festival di Sanremo.

Il gruppo ha anche pubblicato due libri. Il primo è un romanzo dal titolo Il movimento è fermo, uscito nel 2016. Il secondo è del 2017 e si intitola Sesso, droga e lavorare per Il Saggiatore, un paradigma di una generazione delusa, che dopo la crescita tra sogni e banchi di scuola, si trova ad arrivare a stento al mondo del lavoro.

Dal 2019 la band è inoltre in onda tutte le domeniche dalle 16:00 alle 17:30 su Radio2 con Lo Stato Sociale Show. Mentre da settembre 2020 Lodo Guenzi è presente come ospite fisso del programma Radio 2 Social Club con la rubrica “I fatti di Lodo”.

Dove seguire Lo Stato Sociale: Instagram e social

Adesso che conosciamo meglio chi sono Lo Stato Sociale, è possibile seguire la band sui social network? La risposta è ovviamente sì e il modo migliore è attraverso il loro profilo Instagram. L’account vanta oltre 307 mila follower.

Abbiamo anche gli account Facebook, Twitter e il Sito Internet ufficiale, oltre al Canale Youtube. Tramite i loro profili social è possibile tenersi aggiornati su tutte le novità e gli eventi che riguardano il gruppo musicale.

Ma se volete seguire singolarmente i cinque componenti, potete farlo attraverso i loro profili Instagram personali: Albi, Bebo, Checco, Lodo e Carota.

Lo Stato Sociale a Sanremo 2021

Lo Stato Sociale partecipa al Festival di Sanremo 2021 con la canzone Combat pop. Il gruppo ha deciso di tornare a gareggiare dopo un anno difficile come quello che tutto il mondo ha passato. Questo ciò che hanno detto a tal proposito al magazine di Tv Sorrisi e canzoni:

Questa è un’opportunità per la musica italiana, era importante esserci, soprattutto con un cast che la rappresenta così bene. Dopo tanti mesi di stop vogliamo tornare a far succedere qualcosa su un palcoscenico, che per noi è come casa”.

Il brano che portano al Festival, come loro stessi hanno detto, è nato per gioco, come una presa in giro. “È una critica alla società e vuole mettere in luce le contraddizioni, soprattutto nel cotesto di Sanremo”.

Canzone e testo

Ecco un estratto della canzone di Sanremo 2021 Combat pop:

Volere sempre troppo,
Pagare tutto il doppio
E godere la metà?
Ma che senso ha
Vestirsi da rockstar,
Fare canzoni pop
Per vendere pubblicità?
Che bravo cantautore
Con tutto questo dolore…
No bella ‘sta canzone eh,
Ma che sfiga!

Per la cover del giovedì, Lo Stato Sociale si esibirà con Non è per sempre, brano degli Afterhours del 1999, estratto dall’album omonimo. Ad accompagnare la band ci saranno Sergio Rubini e i lavoratori dello spettacolo.

I Big del Festival di Sanremo 2021

Parliamo adesso degli altri concorrenti che prenderanno parte nella sezione Big del Festival di Sanremo. Ecco la lista completa di tutti coloro che vedremo sfilare sul palco dell’Ariston nella settimana dal 2 al 6 marzo 2021 e i brani che porteranno:

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.