Amici 22, le lacrime dei ragazzi all'uscita di Ramon

NEWS

Amici 22, le lacrime dei ragazzi all’uscita di Ramon

Andrea Sanna | 24 Aprile 2023

Amici 22

L’eliminazione di Ramon ha provocato diverse lacrime tra i ragazzi della scuola di Amici 22. Su tutti Isobel, Angelina e Cricca

Le lacrime dei ragazzi di Amici 22

Sabato a lasciare la scuola di Amici 22 è stato il ballerino Ramon. Sebbene sia stato eliminato, però, il ragazzo ha ricevuto un importante contratto di lavoro. In ogni caso la sua uscita ha scatenato diverse reazioni dentro e fuori dalla Casetta.

Il pubblico non si è detto molto felice di vedere uscire un talento come il danzatore di classico e c’è chi ha riservato qualche critica per tale scelta. In ogni caso anche gli allievi si sono detti particolarmente dispiaciuti e non sono mancate la lacrime da parte di alcuni.

Nel corso del daytime di oggi abbiamo potuto vedere le reazioni dei ragazzi poco dopo l’addio di Ramon ad Amici 22. Wax ha sottolineato come si avverta l’assenza del loro compagno d’avventura e tutti hanno concordato con lui. Poco dopo dalle immagini si vede Cricca lasciare il giardino e rifugiarsi in stanza per sfogarsi.

Angelina, tra le lacrime, si è detta felice di sapere che il talento del ballerino sia stato riconosciuto e che si aggiungerà a una delle compagnie di danza più importanti. Proprio la cantante di Amici 22 è rimasta un po’ sola in giardino e si è consolata a vicenda con Isobel, anche lei molto legata a Ramon.

Successivamente le due allieve della scuola di Amici 22 si sono introdotte in stanza e a raggiungerle la voce di Maria De Filippi, la quale ha cercato di rassicurarle e darle una parola di conforto. Entrambe si sono lasciate andare alle emozioni e hanno espresso le loro sensazioni riguardo a quanto accaduto poco prima.

“Dovremmo essere abituati ormai che ogni settimana succede questo”, ha osservato la ballerina di Amici 22, per poi aggiungere: “Non volevo piangere uffa”. Al suo fianco, come dicevamo, Angelina, anche lei piuttosto provata per l’uscita di Ramon.